S. Marinella. Zona artigianale: giovedì la presentazione delle proposte

247

bachecaSANTA MARINELLA – Sarà presentato Giovedì 5 Aprile alle ore 17,00 presso la sala della Biblioteca Comunale di Via Aurelia 310/b,  il progetto relativo alla realizzazione della Zona Artigianale di Santa Marinella, di cui l’amministrazione comunale ha approvato lo studio di fattibilità.
Presenzieranno l’incontro il Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca, il delegato all’artigianato Emidio Mancini, l’Assessore regionale alle attività produttive On. le Pietro Di Paolantonio e l’architetto Valentina Chinese,  responsabile dello studio di fattibilità.
Due le proposte presentate; la prima è relativa ai terreni ubicati in zona Perazzeta, mentre la seconda riguarda i terreni adiacenti lo svincolo autostradale di Santa Severa, già servita da una rete viaria confacente alle esigenze della futura zona artigianale, fuori dal centro urbano e al centro tra l’abitato di Santa Marinella e Santa Severa; ipotesi prioritaria su cui l’amministrazione è intenzionata ad intervenire. L’idea infatti è quella localizzare la Zona Artigianale al di fuori delle aree soggette a vincolo ( paesaggistico e/o archeologico ) dove è prevista la realizzazione di sette capannoni di 300 mq ciascuno, suddivisibili al loro interno in fasce di circa 80 mq che occuperanno una superficie totale di circa 2.100 mq.
“Lo studio di fattibilità – afferma il Sindaco Bacheca – approvato in giunta la scorsa settimana, ci ha permesso di valutare al meglio le due ipotesi presentate dall’architetto Valentina Chinese, decidendo di intervenire  su quella relativa ai terreni ubicati presso lo svincolo autostradale di Santa Severa. L’altra ipotesi, quella relativa ai terreni in zona Perazzeta, potrà essere utile nel momento in cui dovesse servire ulteriore disponibilità di spazi da adibire a Zona Artigianale.  L’Assessore Regionale Di Paolantonio – conclude il Sindaco – sosterrà questo progetto attraverso un finanziamento utile a realizzare tutte le opere necessarie a far sorgere questa importante area destinata agli insediamenti produttivi, attesa da decenni dagli artigiani del territorio”.