Prova costume fallita per le spiagge della Perla

753

riffiutiSANTA MARINELLA – Pasqua e pasquetta, giornate dedicate all’aria aperta e alle gite fuoriporta. E dopo essersi abbuffati di abbacchio, colombe e cioccolata, perché non fare una digestiva passeggiata al mare? O perché non trascorrervi l’intera giornata del lunedì di Pasqua? Nonostante le previsioni del tempo non troppo clementi, a Santa Marinella possiamo godere di un bel sole splendente e anche se il vento è forte e la temperatura non proprio elevatissima non permettono di fare il primo bagno della stagione, una bella giornata al mare è comunque piacevolissima. Come sarà quindi la situazione delle nostre spiagge alle prese con le prove generali della stagione estiva alle porte? Purtroppo pessima, anche se un piccolo miglioramento rispetto alle tragiche condizioni in cui versava il litorale lo scorso anno è stata registrata, soprattutto presso la spiaggia più famosa della Passeggiata. La spiaggia sabbiosa dello stabilimento “La Perla del Tirreno” è la prima presa d’assalto, popolata già da diverse settimane, complici i week end quasi estivi che ci sono stati: gestita da giovani, non è stata colta alla sprovvista dalla bella stagione come negli anni passati. Là dove lo scorso anno erano in bella mostra sulla sabbia dorata escrementi di animali, pezzi di corde, legni e legnetti trasportati dalla corrente, buste di plastica e altri oggetti di vario degrado e inquinamento, quest’anno è possibile notare l’impegno di una pulizia abbastanza efficace, tranne in alcuni angoli in cui è stata accantonata l’immondizia raccolta. Lo stesso impegno e la stessa ottima tempistica non sono rintracciabili, purtroppo, in altre spiagge del litorale. Sul Lungomare Marconi, all’altezza dello stabilimento “Londrina”, la situazione appare ancora in alto mare e in alto degrado. Dalla strada è infatti possibile ammirare travi, tubi non meglio identificati, bottiglie di plastica, pezzi di polistirolo, resti di reti, tessuti, tende o coperte, calcinacci, plastica, alghe secche e oggetti vari. Situazione pessima anche presso la spiaggia del Porticciolo dove, tra i sassi che la caratterizzano, è possibile trovare bottiglie di plastica di vari colori e dimensioni; anche qui pezzi di plastica, di legna e di altri materiali appartenenti probabilmente ad oggetti che si sono rotti, lattine di birra e di bevande varie scolorite, quindi presumibilmente lì da spiaggia passeggiata s. marinellamolto tempo, reti, stracci, indumenti, bottiglie di detersivi, scatolette di tonno e addirittura un cuscino con la federa e un lenzuolo. Si parla tanto di rilancio turistico, dell’ampliamento del Porto, dell’importanza del Castello Odescalchi e ci si dimentica della vista panoramica sull’immondizia.
Prova costume fallita per alcune spiagge della Perla dunque. Rimane poco più di un mese per rimettersi in forma prima dell’inizio vero e proprio della stagione balneare e il lavoro da fare è tanto; vedremo nelle prossime settimane se le premesse per l’estate 2012 di Santa Marinella finalmente cambieranno o se ci aspetteranno gli stessi problemi e le stesse chiacchiere di sempre.

Francesca Ivol