Ladispoli. Un “Mare d’inverno” senza Sindaco e consiglieri

356

rifiuti mare d'invernoLADISPOLI – Archiviata la 19esima edizione è tempo di bilanci per l’iniziativa “Il Mare d’inverno” promossa dall’associazione ambientalista “Fare Verde” su molti litorali italiani lo scorso fine settimana e svoltasi a Ladispoli sul lungomare Marina di Palo. “Quello che ci spinge ad essere ottimisti, dopo la manifestazione di sabato – spiega Walter Augello, responsabile locale di Fare Verde  – è il numero di adesioni che abbiamo raccolto e soprattutto l’interesse destato dalla manifestazione nelle scuole di Ladispoli. Certo, il maltempo annunciato ha sicuramente scoraggiato molti a partecipare attivamente, ma il fatto stesso che i bambini con i genitori siano venuti sul lungomare Marina di Palo, punto di ritrovo, è per noi una bella soddisfazione: vuol dire che tra i cittadini di Ladispoli c’è interesse per il mare e per l’ambiente.” L’invito lanciato da “Fare Verde” è stato raccolto anche quest’anno dagli esponenti del Consiglio Comunale dei Giovani, e precisamente dai consigliere Marzia Dimarco e dal vice presidente Stefano Fierli, dalla Podistica Alsium, dalla associazione ambientalista romana “Memento Naturae”, dalla direzione didattica di “Bambi e gli amici del bosco”, nella persona di Lucilla Cordeschi. “Nessuna traccia invece dei consiglieri comunali (né di maggioranza né di opposizione), dell’assessorato all’ambiente, né del Sindaco” commenta sconsolato Augello. Archiviata la 19esima edizione rimane da chiedersi come e perchè siano arrivati in spiaggia una bombola del gas, batterie d’auto, pali di metallo, tante taniche di plastica, reti metalliche, resti dei petardi e fuochi d’artificio, e cassette varie di polistirolo di tutte le dimensioni, oltre alle centinaia di canne e tronchi d’albero.