Bacheca: “Pretendiamo risposte concrete sul futuro del Castello”

206

assemblea castelloSANTA MARINELLA – “Vogliamo e pretendiamo delle risposte concrete sul futuro del Castello di Santa Severa. Per questo, insieme alla Provincia di Roma, chiederemo a breve un tavolo di confronto con la Regione Lazio al fine di trovare una soluzione alle problematiche che impediscono ad oggi, la riapertura del Complesso Monumentale.Sia ben chiaro che continueremo a batterci affinché il Castello di Santa Severa torni ad essere visitabile al più presto dai nostri concittadini”.
Perentorio il Sindaco di Santa Marinella, Roberto Bacheca, che ieri l’altro ha presenziato alla manifestazione indetta dal GATC (Gruppo Archeologico del Territorio Cerite) e dal Comitato cittadino, relativamente alla manifestazione per chiedere la riapertura del Castello di Santa Severa.
“Come già affermato in più occasioni – afferma il Sindaco – siamo in attesa di risposte da parte della Regione Lazio circa il futuro del Maniero, sia per quanto riguarda i servizi museali e di guardiania, che sul futuro utilizzo dei locali interessati dai lavori di ristrutturazione, durati oltre dieci anni. Un immenso patrimonio storico-archeologico che porterebbe indubbi benefici in termini occupazionali, mediante l’utilizzo del Centro Congressi, della foresteria e delle numerose botteghe artigiane presenti al suo interno. Congiuntamente alla Provincia di Roma e ringrazio l’assessore Cecilia D’Elia per il supporto e la collaborazione dimostrata in questi anni, chiederemo un tavolo di discussione con la Regione per trovare insieme una soluzione fattibile  e concreta che possa restituire, nel più breve tempo possibile, la storica struttura ai nostri concittadini ed ai numerosi visitatori. C’è il reale rischio – aggiunge Bacheca – che tutta l’area torni nuovamente nel degrado,e questo sarebbe inaccettabile, considerato che sono stati spesi oltre 12 milioni di euro per i lavori di ristrutturazione. Non è tempo di polemiche – conclude il Sindaco – e spero vivamente che tutte le forze politiche della nostra città, soprattutto in Consiglio Comunale, siano unite e compatte nel chiedere risposte alla Regione, senza farne una questione politica o partitica”.
Hanno partecipato alla manifestazione anche gli altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, tra i quali l’assessore Angelo Grimaldi. “E’ dal 1997 – afferma Grimaldi – che mi batto per restituire il Castello di Santa Severa ai nostri concittadini e villeggianti. Siamo riusciti, all’epoca, a sgomberare il Castello da coloro che, pagando tra l’altro un affitto irrisorio, occupavano una buona parte del complesso. Ora, a lavori conclusi, dobbiamo affrettarci per trovare una soluzione che possa restituire un un bene così prezioso alla comunità”.