Un “Mercante di anime e usura” al Nuovo Gassman

549

CIVITAVECCHIA – L’appuntamento settimanale del Nuovo Sala Gassman propone per domenica 25 febbraio (ore 19:00) il “Mercante di anime e usura” di Pasquale Ferro, per la regia di Vincenzo Borrelli.

Un romanzo osannato dalla critica. Il tutto gira intorno alla figura di “Gigino’o Malefico”. Storia di un usuraio, “Gigino”, soprannominato “O Malefico”, perché lo è di nome e di fatto. Unico suo Dio è il DENARO. Per procurarselo ha usato il più machiavellico dei principi: il fine giustifica i mezzi. Ed è così che irretisce giovani spose, piccola e media borghesia, schiava delle apparenze che per fare bella figura con un matrimonio tanto sfarzoso da risultare esagerato, o vacanze alla moda, sono disposti a mettersi “SOTT ‘O DDEBBETE”. Piccole e grandi storie di misere miserie, con una scrittura che ricorda le ombre cupe di Mastriani e della Serao. Da questo romanzo è stato estrapolato uno spettacolo. L’allestimento teatrale è immaginato in una chiesa, con un inginocchiatoio, “Gigino ‘o malefico, sua figlia, Baciù, Giannino ‘e sciù sciù e molte altre vittime dell’usuraio che si alterneranno in scena come flashback per raccontare l’anima di un essere spregevole.