San Martino al Cimino, visite a Palazzo Doria Pamphilj e all’Abbazia Cistercense con il Fai Viterbo

242

VITERBO – Un evento unico in una cornice d’eccezione. La Delegazione Fai Viterbo e il Gruppo Fai Giovani Viterbo tra i protagonisti. Dal 18 al 20 settembre, a San Martino al Cimino (Vt) si terrà The Darkroom Project Otto, un evento multidisciplinare di ampio respiro dedicato alla riscoperta di una vecchia tecnologia vissuta in chiave contemporanea, la stampa fotografica in camera oscura. La Delegazione Fai Viterbo e il Gruppo Fai Giovani Viterbo organizzeranno, per l’occasione, delle visite gratuite a Palazzo Doria Pamphilj, all’Abbazia Cistercense e alla sala capitolare.

Due ore in cui i visitatori saranno immersi nella storia e nella bellezza di questi luoghi stupendi. La costruzione del palazzo si deve a Olimpia Maidalchini Pamphilj che, alla metà del 1600, affidò all’architetto Marcantonio De Rossi il riassetto urbano di San Martino al Cimino. Secondo fonti storiche la storia della splendida abbazia ha inizio nel IX secolo, andando incontro a periodi di splendore e decadenza e a vari rimaneggiamenti e restauri, fino ad arrivare a oggi.

The Darkroom Project Otto rientra nel progetto “Itinerario Giovani” finanziato dalla Regione Lazio Politiche Giovanili e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù. La manifestazione è prodotta e organizzata dalla Tevere Art Gallery, in collaborazione con Scuderie MArteLive. Per il programma completo è possibile andare cliccare sul link https://www.tevereartgallery.net/mostre/the-darkroom-project-otto/Per le visite il 18 e il 20 settembre l’appuntamento è alle ore 16. Il 19 settembre alle ore 10.30 e 16. La prenotazione alle visite è obbligatoria e occorre chiamare al 3383211260 o scrivere all’email viterbo@delegazionefai.fondoambiente.it