Franz Goria e “La Scatola Nera” protagonisti alla Cittadella della Musica

0
850

CIVITAVECCHIA – Franz Goria e “La Scatola Nera” protagonisti sabato 7 dicembre, alle ore 18:00, alla Cittadella della Musica.

Franz Goria è la voce dei FLUXUS, una delle esperienze musicali rock italiane più significative dagli anni 90: ma è anche un esperto e un progettista nei campi della comunicazione e dell’arte visuale.
Con FLUXUS di cui è fondatore, chitarrista, cantante e autore di testi, ha pubblicato Vita in un Pacifico Nuovo mondo (Noway /Sony, 1995), Non Esistere (Noway/Self, 1997), Pura lana vergine (WestLink / Il Manifesto, 1998), Fluxus (Furious Party/Self, 2001) e Non Si Sa Dove Mettersi (Musicraiser, 2018).
Con i PETROL, progetto avviato nel 2005 con Dan Solo (Marlene Kuntz) con gli EP autoprodotti “PETROL” e “L’Amore è un Cane”, ha pubblicato Dal Fondo (Casasonica / Emi, 2007).

Dal 2010 sviluppa LA SCATOLA NERA con Mario Conte (Meg/PhoneJobs), e col supporto agli archi di Marco Benz Gentile (Architorti/Meg), registrando suoi brani inediti, riproposti dal vivo in chiave solista nella performance “La Scatola Nera e L’Orchestra Elettriconica”.
Con L’ORCHESTRA ELETTRICONICA Franz Goria si esibisce come solista, utilizzando strumenti elettronici (Ipad, Kaosspad, effetti) ed elettrici ( chitarra, amplificatore valvolare, distorsioni e looper analogici): il nome omaggia le sperimentazioni musicali, dal futurismo italiano (L’Orchestra degli Intonarumori) a John Cage. La performance, presentata anche alla Triennale di Milano, vuole rappresentare il dialogo eterno, spesso conflittuale, con il quale l’essere umano si confronta: la ricerca dell’ordine nel caos, il motore della nostra conoscenza, delle nostre emozioni e del desiderio.

Date le esperienze e il profilo artistico di Franz Goria, oltre a invitarlo a suonare, gli organizzatori hanno chiesto la disponibilità per una chiacchierata in pubblico: quindi, il 7 dicembre l’evento di FORTE! Festival includerà pensieri e idee, i brani del progetto “La Scatola Nera e l’Orchestra Elettronica” e le canzoni dei Fluxus… e altro ancora.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY