Cerveteri. La comunità Musulmana saluta il Ramadan con una serata conviviale

CERVETERI – Una serata conviviale. Un momento di scambio e di conoscenza. È lo spirito con il quale la Comunità Musulmana di Cerveteri e Ladispoli, su input della Consigliera comunale aggiunta di Cerveteri Nawal El Mandilli hanno organizzato per sabato 9 giugno a partire dalle ore 20.00 al Parco della Legnara, in occasione dell’approssimarsi della fine del periodo di Ramadan, usanza tipica della cultura islamica durante la quale si commemora, attraverso la pratica del digiuno dall’alba al tramonto, la prima rivelazione del Corano a Maometto.

“Vivo in Italia e a Cerveteri oramai da moltissimi anni, una città che mi ha accolto sin da subito con positività e affetto. Qui vanno a scuola i miei figli ed è qui che voglio vederli crescere, in un paese ospitale e aperto ad altre culture come ho imparato a conoscerlo – ha dichiarato la Consigliera comunale aggiunta Nawal El Mandilli – un’accoglienza che almeno qui a Cerveteri ho ricevuto anche dalle Istituzioni. Dal 2017 infatti mi pregio dell’onore, dopo aver assistito alla nascita della Consulta dei Cittadini Migranti ed Apolidi, di essere la prima consigliera comunale aggiunta nella storia di Cerveteri. Un incarico che ricopro con passione e che permette anche alle minoranze etniche, per la prima volta nella storia, di portare all’interno delle Istituzioni le problematiche di tutti”.

“L’evento di sabato, che ho voluto fortemente ed è stato organizzato insieme alla Delegata alle Politiche della Pace Prof.ssa Lucia Lepore – prosegue Nawal El Mandilli – sarà occasione per la numerosa comunità Musulmana di Cerveteri e Ladispoli, di condividere con tutti gli altri uno dei momenti più importanti di uno dei cinque pilastri della nostra religione: l’ ?if??r del Ramadan, ovvero il pasto che segna la fine del nostro digiuno. Per questo prepareremo prodotti tipici dei nostri paesi e per chi vorrà ci sarà un piccolo momento di preghiera e riflessione. Una preghiera che sarà universale, che unirà musulmani, cattolici, ogni religione. Una preghiera di pace e speranza, soprattutto in un momento storico e culturale difficile come quello che stiamo vivendo”.

La partecipazione è su prenotazione. Per informazioni chiamare il numero 3396561228.