Ad Allumiere il Festival della poesia vernacolare

149

ALLUMIERE – Venerdì 31 Luglio alle 21.00 torna l’appuntamento presso il Corrile del Palazzo Camerale (piazzetta dell’Unione Sportiva) di Allumiere con il Festival della poesia vernacolare dell’Alto Lazio, che prende il nome appunto dal Palazzo simbolo della cittadina, un tempo sede dei Papi.

“Uno dei momenti tradizionali della nostra estate anche quest’anno tornerà in scena, un evento culturale – racconta il sindaco, Antonio Pasquini che è ormai entrato di diritto nel calendario dei festeggiamenti estivi”.

Il Festival, organizzato dall’Apa (Associazione Poetica Allumiere) in collaborazione con il Comune, è giunto ormai alla sua tredicesima edizione. “Questo progetto – dice l’Assessore alla Cultura Brunella Franceschini nasce con lo scopo di trasmettere ai giovani l’importanza di un tipo di poesia che, con la sua forza intensa, ma allo stesso tempo pacata, trasporta valori saldi nello spazio e nel tempo mediante il linguaggio della quotidianità, esprime l’importanza di trasmettere i valori dell’autenticità e della condivisione, valori che si sono dimostrati fondamentali per la gestione dell’emergenza Covid”.

“L’Associazione Poetica Allumiere nonostante le difficoltà dovute alla situazione sanitaria a tutti nota, è riuscita – afferma il Presidente Pierino Pennesi – anche quest’anno, ad organizzare la manifestazione poetica”.

Al Festival partecipano autori dei Comuni di Roma, Viterbo, Civitavecchia, Tarquinia, S.Marinella, Subiaco, Tolfa, Pofi, Monte S.Giovanni Campano, Ladispoli, Montalto di Castro e Allumiere, la serata sarà allietata dal canto di Maria Grazia Di Valentino con canzoni sull’amore, tema  che è stato svolto dai poeti come “Tema obbligato”.