Sovraffollamento carceri: 317 detenuti in più nel Lazio, dato in calo rispetto allo scorso anno

ROMA – 5.548: questi i detenuti presenti attualmente nel Lazio secondo i dati diramati dal sindacato FNS Cisl Lazio. Pertanto, attualmente il sovraffollamento delle carceri della regione è pari a + 317 rispetto alla capienza regolamentare prevista di 5.230, dato pubblicato su sito ministero giustizia del 31/12/2021. Rispetto ad un anno fa il dato è notevolmente diminuito; erano infatti 586 i detenuti in eccesso sul territorio regionale.

“Preoccupante – afferma il segretario Massimo Costantino – è il fatto che nelle carceri del Lazio risultano n. 809 detenuti in attesa di primo giudizio. Preoccupa però il sovraffollamento negli istituti romani di CC Regina Coeli (+275) e del Nuovo Complesso Rebibbia (+179) ed in quelli di Latina + 47) e di Viterbo (+ 45). La Fns Cisl Lazio segnala che comunque seppur i dati del sovraffollamento sono in diminuzione dobbiamo registrare che restano i problemi legati ai detenuti con problemi Pschiatrici, poco si fa per risolvere tale problema. La Fns Cisl Lazio ribadisce nuovamente che tali detenuti non devono stare in carcere ma in strutture esterne idonee poichè la vigilanza di tali detenuti non può essere affidata al personale di polizia penitenziaria perché non solo non gli compete ma, anche, perché è nota la grave carenza degli stessi in tutte le sedi della regione”.