Regione. FI: “Legge 194, rilanciare ruolo consultori familiari”

ROMA – “Nel ribadire la più totale contrarietà ad ogni pratica abortiva sia pubblica che privata, nel denunciare la mistificazione culturale che vuole intendere la legge 194 come legittimatrice di un inesistente diritto all’aborto, riteniamo doveroso impegnare le istituzioni pubbliche nell’attuazione della legge 194 in ogni sua parte. Specialmente nella parte riguardante il ruolo dei consultori familiari, la cui azione deve essere rilanciata e potenziata. Le istituzioni, le associazioni di volontariato di assistenza alla maternità, le associazioni per le adozioni devono, lavorando di concerto, essere un valido punto di riferimento per chi si trova in difficoltà, sia per i cittadini italiani che per gli immigrati. Se una parte della pubblica opinione ritiene che l’aborto debba essere legale e pubblico, noi sottolineiamo che debba essere raro. Cogliamo l’occasione per ricordare come la legge tuteli la libertà di coscienza degli operatori sanitari. Libertà di coscienza che è alla base di tutte le libertà. Esprimiamo ogni contrarietà ad iniziative tendenti a limitare tale libertà anche colpendo il personale sanitario dal punto di vista professionale”

Lo dichiarano in una nota il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma, i candidati nella lista di Forza Italia alle prossime elezioni del 10 giugno in Municipio III Riccardo Evangelista e Ursula Canciello.