Regione. Covid, M5S: “De Micheli e Zingaretti si attivino su caos trasporti”

16

ROMA – “Tutti noi, dalle Istituzioni ai singoli individui, siamo chiamati al buon senso e ad un grande sforzo di responsabilizzazione in ogni nostro singolo gesto quotidiano. Purtroppo però, per quanto ognuno di noi possa essere attento e rispettoso delle regole, le misure di sicurezza, a partire dal distanziamento sociale, sono del tutto saltate sui mezzi del trasporto pubblico regionale. Nel Lazio in particolare, dove ogni giorno milioni di pendolari si muovono dalle province verso Roma aggiungendosi al già nutrito traffico della Capitale, è un fenomeno sotto gli occhi di tutti ancora più eclatante”. Così in una nota il Gruppo Consiliare M5S in Regione Lazio.

“Se si dice a un’intera Nazione di voler chiudere le scuole, compromettendo il diritto allo studio dei nostri figli garantito dalla Costituzione italiana, di rispettare il limite massimo di sei persone nella propria abitazione privata o un possibile coprifuoco, quando si è fuori casa, per evitare l’aumento di contagi da covid, non si può poi offrire loro dei mezzi di trasporto pubblico in cui le misure minime di distanziamento sociale previste dai decreti non vengono garantite dalle Istituzioni competenti. Si rischia così di diventare poco credibili agli occhi dei cittadini, che in questo modo saranno ben poco incentivati a fare la propria parte”. “Chiediamo pertanto alla ministra dei Trasporti De Micheli di garantire maggiori aiuti agli enti locali affinché possano essere sostenuti e guidati da un’unica regia e garantire così in maniera omogenea, e non a macchia di leopardo, le misure anti covid sui mezzi pubblici. Lo stesso impegno chiediamo al governatore Zingaretti per quanto riguarda la rete dei trasporti regionale. Per questo abbiamo preparato un ordine del giorno che porteremo in Aula in consiglio regionale lunedì prossimo, 19 ottobre, che impegna il presidente Zingaretti e la giunta a intervenire immediatamente con la società del trasporto pubblico regionale, Cotral, al fine di verificare quali siano le linee più utilizzate dall’utenza per incrementare l’offerta e garantire le distanze di sicurezza all’interno dei mezzi e a porre in essere quanto necessario per assicurare il distanziamento sociale anche all’interno dei treni regionali e del TPL in tutto il territorio della regione Lazio”, concludono i 5stelle.