Referendum, Tidei (Iv): “No per non svilire Parlamento e cittadini”

219

ROMA – “Il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari ha la possibilità di fermare una pseudoriforma, uno specchietto per le allodole che, dietro il risparmio per le casse dello Stato dello 0,012%, nasconde l’assenza di un disegno compiuto in materia di riforme e efficientamento del ruolo del Parlamento”.

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva). “Il No è l’unica risposta sensata da dare a un taglio lineare che darebbe vita solo a cortocircuiti e disfunzioni dentro al Parlamento e nelle campagne elettorali oltre a indebolire il ruolo delle commissioni e delle aule parlamentari. Che senso ha tagliare il numero dei parlamentari senza rivedere le funzioni del Parlamento. E che senso ha dare vita a un far west durante le campagne elettorali dato che i collegi saranno più grandi e le minoranze quindi meno tutelate? Con questa pseudoriforma si indebolisce il rapporto tra gli elettori e gli eletti, altro che rivoluzione epocale“, conclude Tidei.