Minnucci (PD): “Solidale con lavoratori del settore zootecnico, la Regione c’è ma serve impegno nazionale”

ROMA – “Il comparto zootecnico del Lazio, che oggi offre lavoro a più di 20 mila dipendenti, è un settore che ogni anno anno produce milioni di tonnellate di litri di latte di mucca. In questa fase la bassissima remunerazione del prodotto alla stalla (a volte anche inferiore ai 40 centesimi al litro), insieme all’aumento esponenziale dei costi energetici e dell’alimentazione dei capi di bestiame fa si che i lavoratori siano costretti a lavorare sottocosto e mette a rischio le 500 aziende laziali di settore”.

Lo dichiara in una nota il Consigliere Regionale del PD, Emiliano Minnucci, che aggiunge: “E’ una situazione insostenibile ed un tema sul quale ho avuto modo di intervenire e portare la mia vicinanza, ho partecipato nei giorni scorsi ad un tavolo tecnico tra i produttori e l’assessorato all’Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo della Regione Lazio indetto dell’assessore Onorati nel quale la Regione Lazio ha ribadito il proprio impegno a sostegno del mondo degli allevatori e dei produttori sia a livello di azione istituzionale nei confronti del Ministero delle politiche agricole, avendo chiesto un intervento diretto del Ministro Patuanelli. La situazione richiede infatti un intervento straordinario, quello del prezzo del latte è una vicenda di scala nazionale in cui la Regione farà la sua parte ma non può essere lasciata sola nel tentativo di dare risposte ad un pezzo importante di mondo produttivo”