Lettera Ue, Tidei (Pd): “Governo taglia reddito e quota 100, è autosconfessione”

ROMA – “Mandata la lettera a Bruxelles, scoperto l’arcano: il governo si autosconfessa e taglia le risorse per il reddito di cittadinanza e quota 100. Eppure erano queste le due grandi leve che per Conte, Di Maio e Salvini dovevano risollevare le sorti dell’economia italiana. Non erano credibili al principio, non lo sono ora che hanno deciso di azzopparsi da soli”.

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio Marietta Tidei (Pd). “Purtroppo la verità viene sempre a galla e con i conti pubblici non si scherza: altro che cambiamento e anno bellissimo, l’Italia sta colando a picco e non c’è lo straccio di una strategia economica in grado di far sperare in qualcosa di diverso. Come stanno dimostrando i mercati stiamo facendo la fine della Grecia di qualche anno fa“, conclude Tidei.