“Viaggio nella memoria” inizia il suo tour nelle scuole cittadine

CIVITAVECCHIA – “Viaggio nella memoria”, la mostra fotografica itinerante a cura delle Associazioni Culturali Civitafilm e Il Serapeo, inizia il suo tour all’interno degli istituti scolastici cittadini partendo dal Liceo Guglielmotti.

“Viaggio nella memoria” è la mostra fotografica dello spettacolo presentato a Civitavecchia il 5 luglio 1980 con la regia di Dacia Maraini. La mostra curata da Tiziana Giuliani e Daniela Sisti, è stata organizzata nel quarantennale dello spettacolo che nel 1980 vide la partecipazione di un gruppo di donne del collettivo femminista locale (le stesse che avevano contribuito all’apertura del consultorio familiare a Civitavecchia) sotto il patrocinio dell’allora Assessore alla Cultura Alfio Insolera.

Per loro, una nuova esperienza di laboratorio teatrale, capace di tradurre in spettacolo i ricordi, i legami con la storia passata, le esperienze quotidiane e i problemi di tutti i giorni, scaturiti dalle interviste delle proprie nonne e mamme. La riproposizione in mostra fotografica di quell’evento ha anche l’intento di far conoscere alla nuova e vecchia generazione uno spaccato di vita e storia cittadina di cui purtroppo se ne stanno perdendo le tracce, anche per la scomparsa delle testimoni dell’epoca.

La mostra, già presentata con successo presso l’Hotel San Giorgio di Civitavecchia dal 29 Settembre al 3 Ottobre durante la decima edizione dell’International Tour Film Fest, ha riscosso un ottimo successo di pubblico ed ha visto per l’occasione la presenza della stessa Dacia Maraini che ha voluto incontrare le ragazze che aveva diretto tanti anni prima, ripercorrendo con loro i cambiamenti avvenuti nella nostra società in questi ultimi quarant’anni.

La mostra, richiesta già da numerosi Istituti scolastici cittadini, si propone come evento culturale itinerante rivolto agli studenti, ma anche ad associazioni del territorio che ne faranno richiesta volendone condividere i contenuti storico/culturali che hanno modificato anche il tessuto sociale della nostra città. A partire dal 22 Novembre la mostra su sposterà poi presso l’Istituto Stendhal e successivamente in altri istituti in un percorso in via di definizione.

L’iniziativa è stata realizzata anche grazie alla disponibilità dell’associazione Francesco Forno, della ditta Sportiello e della Rome Logiport.