Smeriglio presenta il suo “Suk Ovest: banditi a Roma”

LADISPOLI – A Ladispoli martedì 17 luglio alle ore 18, presso lo stabilimento balneare Malibù Beach sul lungomare Marina di Palo, Massimiliano Smeriglio presenta il suo romanzo “Suk Ovest: banditi a Roma”.
Alla manifestazione saranno presenti, oltre all’autore, l’assessore alla cultura Francesca Di Girolamo, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Loddo e il giornalista di Baraonda Eugenio Vallone. L’evento, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ladispoli in collaborazione con la Biblioteca Peppino Impastato, vuole porre l’accento oltre che sul valore formale e letterario del romanzo anche su quello sociologico e storico della Roma contemporanea, sconosciuta e sotterranea.
Il nuovo libro di Smeriglio parla di una Roma fatta di diverse anime, che convivono, che a volte sembrano appartenere a mondi realmente diversi. Tra la città del centro, quella dei lustrini e quella che vive nelle periferie, con questo forte richiamo narrativo alla provincia a nord di Roma, così lontana e così vicina alla realtà. Con Suk ovest, Massimiliano Smeriglio ci offre non solo un accattivante crime novel, ma una storia che celebra il valore della memoria e dell’appartenenza, capace allo stesso tempo di raccontare il presente e farci gettare uno sguardo sulla nuova, confusa mappa criminale di Roma.
“Suk Ovest: banditi a Roma” riprende da dove era terminato “Garbatella Combat Zone”: il Gatto è morto, l’hanno assassinato. Sono proiettili, queste parole, che accolgono Valerio Natali al suo rientro dal Messico dove ha trascorso una lunga latitanza. Massimo Giunti, alias il Gatto, amico fraterno, anche lui della Garbatella, non c’è più. E quello che adesso conta, per Valerio, è soltanto la vendetta: ripartire dall’unico indizio disponibile, il misterioso numero di cellulare digitato dal Gatto prima di morire accoltellato, e ricostruire le sue recenti frequentazioni con faccendieri coinvolti nel colossale business dello smaltimento dei rifiuti. Lente e sofferte come un viaggio nei ricordi, le indagini di Valerio si addentrano nel vecchio quartiere, nell’intrico di strade e vie che hanno il sapore della propria infanzia. È qui che si riunisce la vecchia batteria. Mario, Nicche, Panettone e Papella. E ancora Bracalone, giovane graffitaro e hacker geniale, e Victor, che ha preso una strada diversa finendo per diventare poliziotto. Sono loro gli uomini della Garbatella, cresciuti insieme, che accompagnano Valerio nella ricerca della verità e della vendetta. Insieme a Ramona, tenera escort, che tiene Valerio per mano. La vendetta nella famiglia di Valerio Natali è come un destino, da quando anche il nonno, partigiano, in una Roma terrorizzata dalla famigerata banda Koch, non riuscì a impedire una morte crudele, lasciandosi poi sfuggire per un soffio il diretto responsabile.