Le “Olimpiadi della Cultura” ripartono da Montecitorio

324

CIVITAVECCHIA – Una sede prestigiosa ha ospitato la riunione operativa dello staff delle “Olimpiadi della Cultura e del Talento”, il concorso studentesco le cui fasi finali si svolgono nel nostro comprensorio e che ogni anno coinvolge oltre diecimila alunni delle scuole superiori provenienti da tutta Italia.

I ragazzi del Comitato Organizzazione infatti, guidati da Domiziana Lo Iacono e dall’ideatore Daniele Ceccarelli, sono stati ricevuti alla Camera dal Deputato del collegio, Alessandro Battilocchio, che è anche da anni presidente onorario della manifestazione.

Si è tenuta proprio nelle sale di Montecitorio una riunione per discutere l’impostazione della decima edizione che verrà presentata presso la sala stampa della Camera nel mese di settembre, alla presenza anche delle amministrazioni comunali, delle istituzioni e dei partners dell’evento che spegnerà le dieci candeline all’insegna di un’edizione ricca di novità per i partecipanti.

Le semifinali si svolgeranno nel mese di marzo mentre le finalissime di Tolfa si snoderanno per ben 4 giorni all’inizio del mese di maggio. Alla ripresa dell’anno scolastico verrà lanciato il programma per le iscrizioni.

La “giornata parlamentare” è anche stata l’occasione per consegnare il premio “Educazione Civica” ai due migliori studenti d’Italia (che hanno trascorso la giornata tra le Commissioni parlamentari e la tribuna dell’Aula, al fianco di Alessandro Battilocchio) e per dare il benvenuto ai nuovi membri dello staff centro Italia (alcuni vincitori di precedenti edizioni) che daranno una mano in tutte le fasi organizzative.

“Quando siamo partiti quasi 10 anni fa, non pensavamo certo di presentare la decima edizione addirittura presso la Camera dei Deputati e di avere oltre 10 mila ragazzi da tutta Italia e non solo.Grazie al nostro amico e presidente onorario Alessandro Battilocchio per questa bella giornata istituzionale. Siamo davvero entusiasti” hanno dichiarato Domiziana Lo Iacono e Daniele Ceccarelli al termine della giornata a Montecitorio.