Allo “Stendhal” continua il filo di solidarietà con le scuole europee

CIVITAVECCHIA – Gli studenti e i professori della Romania, Lettonia, Germania, Spagna e Italia hanno voluto dare continuità al progetto “Move on” dedicato agli studenti con difficoltà motorie e cognitive. Così è partito l’iniziativa eTwinning “Together to Change” che ha come obiettivo l’approfondimento di alcuni punti dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

“Abbiamo scelto di sviluppare quattro punti – spiega il professor De Siati, responsabile del progetto – Ed esattamente Stabilire buona salute e benessere, Applicare l’uguaglianza di genere, Mobilitare città e comunità sostenibili e Sviluppare la vita sott’acqua”.

La prima iniziativa che i docenti e gli studenti dello “Stendhal” hanno messo in atto è stata quindi la raccolta della plastica alla Marina di Civitavecchia.

“A questa attività pratica seguiranno delle lezioni teoriche per approfondire le tematiche e preparare la prossima confence call – prosegue il Prof. De Siati – E’ un rapporto molto bello quello che si è creato tra gli studenti di queste diverse nazioni. Poco prima di Natale ci eravamo scambiati idealmente gli auguri lanciando dei palloncini con dei messaggi di amicizia. Ed ora torniamo a lavorare insieme. Ci sembra un bel segnale di solidarietà e di amicizia, soprattutto in questo momento così difficile, mettere in connessione questi ragazzi di diverse nazionalità e con diverse difficoltà” .