Al via il Festival corale “Centumcellae 2012”

ensamble incantusCIVITAVECCHIA – Organizzato dall’Associazione Culturale “Ensemble InCantus” e grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, prende il via il “Festival Corale Centumcellae” 2012. Quest’anno due le novità: a dirigere il coro sarà ( in assenza del M° Pernice) il M° Riccardo Schioppa, già esibitosi egregiamente, in due concerti e precisamente alla Basilica di Sant’Andrea della Valle a Roma e alla chiesa di Santa Maria dell’Orazione a Civitavecchia; l’altra novità è che la manifestazione si svolgerà in due location diverse. Ma veniamo al programma; si inizia sabato 12 Maggio alle ore 19.30 presso la chiesa dei SS. Martiri Giapponesi dove oltre all’InCantus coro ospitante, parteciperà la Schola Cantorum “A.Pacini” di Atri (Te) diretto dal M° Michael Kibbiewhite, coro maschile, con un repertorio molto vario, dal classico, al sacro, al profano, popolare e spiritual. Seconda serata il 27 maggio alle ore 19,30 sempre ai SS. Martiri Giapponesi; ospite d’onore il “The New Chamber Singers” di Roma diretto dal M° Stefano Vasselli, coro nutrito e di spessore; ultima serata domenica 10 Giugno alla chiesa della SS. Concezione (chiesa del Ghetto) alle ore 19,30 dove dopo alcuni brani di apertura eseguiti dall’ “Ensemble Incantus”, sarà ospite uno dei migliori cori a livello nazionale ed internazionale, e precisamente il “Musicanova” di Roma diretto dal M° Fabrizio Barchi. Grande entusiasmo, per una ormai collaudata rassegna di cori, organizzata dall’associazione culturale “Ensemble InCantus”,.
“E’ la passione che ci unisce e che in qualche modo ci rende creativi – dichiara la Presidente Manuela La Rocca – Già creativi e liberi, liberi di esprimerci e partecipi in un’unica voce…il coro; l’Ensemble InCantus è questo, un progetto che si confronta con gli altri, ma soprattutto con se stessi, la ricerca continua di un linguaggio,di un espressione che si innalza di fronte a qualsiasi elemento terreno, coinvolgere con gli stessi intenti e stringere nelle sue spire affinchè rimanga anche una sola traccia di un passaggio straordinario di forza,di energia. Sia il nome (Centumcellae) che la grafica del festival, sono strettamente legati alla nostra città. Questa è stata una nostra libera scelta, perché è un progetto ideato per diffondere a Civitavecchia, uno stile musicale lontano dagli stereotipi convenzionali, un movimento, che girasse intorno, alla musica polifonica e alla pratica corale. Sono doverosi i ringraziamenti a tutti coloro che hanno creduto in noi, in particolar modo al Vescovo Mons.Luigi Marrucci, al parroco dei S.S.Martiri Giapponesi padre Clemente e della S.S. Concezione padre Pietro. Un particolare ringraziamento va all’ Avv. Cacciaglia, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, sempre disponibile e presente ad ogni nostra iniziativa, e naturalmente a tutti i componenti dei cori ospiti, che si alterneranno, per donarci, quei momenti unici, che può dare solo la polifonia”.