Al “Galilei” si fa cultura… a distanza

0
197

CIVITAVECCHIA – Mascherine che non si trovano, economia in stallo, fasi di apertura e di chiusura che si alternano: questi sono gli argomenti che dominano su tutti i mezzi di informazione in questo periodo così convulso e carico di incertezze. Anche la scuola è fortemente interessata da questo cambiamento epocale di usi e costumi e a tutta la piramide didattica, dai genitori ai docenti agli alunni, viene chiesto di utilizzare un modello di comunicazione diverso, fatto di link, app, e-learnig e piattaforme, in modo che l’apprendimento rimanga comunque significativo e lasci una traccia nelle menti frastornate dei nostri ragazzi. In questo senso sta operando il Liceo Galilei che, grazie alla didattica a distanza, non ha mai interrotto il dialogo educativo. Proprio in questa emergenza l’uso di particolari mezzi divulgativi può essere utile per una tipologia di insegnamento contemporanea e vicina alle abitudini dei nostri “nativi digitali”.

Quando la Scuola Normale Superiore di Pisa ad aprile del corrente anno scolastico ha deciso di mettere al servizio delle scuole italiane i propri Docenti per lezioni di interesse storico, umanistico e scientifico, il Galilei ha immediatamente aderito, intravedendo la possibilità di crescita per i ragazzi e per i docenti dell’Istituto.

Le classi terze scientifico infatti hanno seguito da remoto un’interessante lezione del Prof. Alessandro Cellerino, Fisiologo della Normale di Pisa, sull’evoluzione e sul concetto, non così scontato, della sopravvivenza del più forte. Il processo selettivo che porta animali evolutivamente lontani ad adattarsi ad ambienti simili, l’importanza della selezione sessuale, le sfide che attendono la specie umana: questi sono stati alcuni fra gli spunti di riflessione che i nostri ragazzi hanno accolto ascoltando con attenzione. Le classi quarte invece, in base al loro programma di anatomia, seguiranno due lezioni sempre tenute dal Prof. Cellerino sul rapporto sonno-memoria e sull’organizzazione del cervello.

Anche le classi del biennio sono state coinvolte in un altro tipo di didattica a distanza, quella con i webinar, una tipologia di videoconferenza in cui un relatore può interagire via web con i partecipanti sul tema scelto. In occasione del 50° Anniversario della Giornata della Terra, il 22 aprile i nostri giovani studenti hanno partecipato ad uno dei tanti eventi organizzati per l’Earth Day 2020. In questo caso un viaggio affascinante fra i ghiacci dell’Antartide con i ricercatori della Base Concordia, che hanno raccontato la loro quotidianità in un ambiente ostile ma anche meraviglioso ed in costante pericolo.

Entusiasti di questa esperienza, i ragazzi, accompagnati dai loro insegnanti di Scienze e dal Prof. Menasce, fisico e ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, hanno fatto il bis con un viaggio fantastico fra le pietre miliari del metodo scientifico: da Mendeleev e la nascita della tavola periodica a Galileo con la rivoluzione copernicana passando per la geometria di Platone.

“Questo – afferma la Dirigente scolastica, Prof.ssa Maria Zeno – è uno degli esempi di come Il Liceo Galilei stia cogliendo la sfida della didattica a distanza come possibilità di acquisite nuove conoscenze e competenze, permettendo l’interazione fruttuosa con divulgatori e ricercatori di fama e favorendo il superamento delle barriere fisiche e mentali”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY