Vigilessa aggredita in via XVI Settembre

1118

eleonora gorlaCIVITAVECCHIA – Brutto episodio questa mattina in via XVI  Settembre, con il brigadiere della Polizia Municipale Eleonora Gorla (nella foto) che è rimasta vittima di una aggressione nel corso di un servizio di pattugliamento che stava svolgendo con una collega. La donna è stata infatti colpita al volto da un uomo avvicinato dalle due vigilesse a causa del suo stato di alterazione. Il tentativo di calmarlo ha però sortito l’effetto contrario, provocando la sua violenta reazione di cui ha fatto le spese la Gorla, costretta a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso.
Immediata la solidarietà nei suoi confronti espressa dalla Cgil per voce del segretario territoriale Cesare Caiazza e di quello della Cgil Fp Diego Nunzi che, commentando l’accaduto e in ragione dei crescenti fenomeni di violenza in città, definiscono non più rinviabile l’apertura di un tavolo di concertazione tra Comune, Comando della Polizia Municipale, Polizia di Stato e Carabinieri, parti sociali. “Un tavolo – sottolineano – nel quale mettere al centro, anche, le indispensabili attenzioni nei confronti del rischio, denunciato dalla Direzione Nazionale Antimafia, di infiltrazione della criminalità organizzata (anche attraverso un possibile patto tra mafia cinese e criminalità italiana) che potrebbe interessare il tessuto economico e sociale del territorio di Civitavecchia. Già domani valuteremo insieme a Cisl e Uil come richiedere formalmente e ufficialmente un urgente tavolo sulla sicurezza e la legalità, coinvolgendo, eventualmente, il Prefetto di Roma”.
Solidarietà al brigadiere Gorla viene espressa anche dal Sindaco Gianni Moscherini a nome di tutta l’Amministrazione. “A lei ed alla sua collega presente in quel momento sul posto – afferma il Primo cittadino – va anche il mio personale encomio per il lavoro che quotidianamente svolge insieme a tutti i nostri Vigili Urbani e alle Forze dell’Ordine, alle prese ogni giorno con una mansione difficile per garantire la sicurezza di tutti i cittadini. La vergognosa aggressione conferma inoltre la necessità che al Corpo della nostra Polizia Municipale venga assicurata una dotazione di mezzi in grado di evitare il ripetersi di simili condannabili eventi”.
Parole di vicinanza alla vigilessa anche dal Consigliere comunale Alessio Gatti a nome della Rete dei cittadini: “Si tratta di un fatto grave – commenta Gatti – che
ribadisce il grande lavoro che i nostri Vigili Urbani svolgono ogni giorno al fianco di tutte le Forze dell’Ordine per assicurare lasicurezza e l’integrità a tutti i cittadini di Civitavecchia”.