Quattro cassonetti incendiati nella notte, il sospetto piromane fermato e denunciato

690

CIVITAVECCHIA – Prima un cassonetto a fuoco in via Romolo Mori, poi subito dopo in viale Baccelli, quindi in rapida successione, sempre nella stessa zona, in via San Francesco di Paola e via Blasi. La notte di quello che senza indugi è apparso fin da subito un piromane è iniziata così, con i Vigili del Fuoco che in rapida successione sono intervenuti sui quattro roghi per spegnere le fiamme. Ma stavolta, un sospettato c’è, e gli indizi a suo carico sono piuttosto rilevanti, tanto da causargli una denuncia.

Durante le operazioni di spegnimento dei quattro incendi, infatti, i Vigili del Fuoco hanno notato la ricorrente presenza di un individuo che si aggirava nei pressi, osservando il loro operato.

Così nell’ultimo intervento i VV.F., insospettiti, hanno pensato bene di segnalare la “stranezza” al “112”. I controlli del territorio svolti dal personale in abiti civili ed in uniforme posti in essere dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Civitavecchia hanno permesso di identificare l’uomo che, alla vista dei militari in uniforme, ha tentato di allontanarsi venendo bloccato e identificato. L’uomo si è subito dimostrato intollerante al controllo e ha iniziato a inveire e minacciare pesantemente, anche di morte, i militari che a quel punto lo hanno accompagnato presso la Caserma di via Sangallo per gli accertamenti.

Ricostruita l’intera vicenda e accertata la sua presenza in tutti i luoghi dove i cassonetti sono stati dati alle fiamme, l’uomo è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per i reati di danneggiamento seguito da incendio e resistenza a Pubblico Ufficiale. (immagine di repertorio)