Prescriveva dieta a base di stupefacenti, medico indagato

pilloleCIVITAVECCHIA – Un’indagine che durava dal 2005 e che ha avuto il suo picco tra il 2008 ed il 2009 ha portato ieri i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia ad indagare P.D. medico, 50enne di origini romane a capo di un centro polispecialistico in provincia per i gravi delitti previsti dal Testo Unico sugli stupefacenti DPR 309/90.
Il professionista, molto conosciuto sul litorale e nell’area braccianese, in assenza di condizioni di obesità e senza particolari analisi cliniche, prescriveva cure dimagranti di grande effetto, disponendo alle pazienti, soprattutto donne, assunzioni di fendimetrazina.
Alcune di queste dopo la “cura” si vedevano costrette a ricorrere ad altri medici ed ospedali per i danni subiti, in alcuni casi anche gravi.
Così almeno trenta donne di Civitavecchia hanno presentato denuncia ai Carabinieri che, dopo una articolata indagine, coordinata dalla locale Procura, hanno indagato il professionista ed al termine di una ispezione sanitaria in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità di Roma, dopo avergli contestato gli addebiti, gli hanno sequestrato due importanti ambulatori odontoiatrici, privi di alcuna autorizzazione.