Occupazione abusiva delle “casette di legno”, blitz dei Carabinieri a San Liborio

CIVITAVECCHIA – Imponente dispositivo di controllo questa mattina nel quartiere “San Liborio” attuato dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia con l’ausilio delle unità del Nucleo Cinofili Carabinieri di Santa Maria di Galeria, nonché del Nucleo Carabinieri Elicotteri di Roma – Urbe e della Stazione Carabinieri Forestale di Civitavecchia.

Il controllo, scaturito da un’attività investigativa avviata dalla Stazione Carabinieri di Civitavecchia Principale, è stato maggiormente rivolto alla verifica della lecita occupazione delle case popolari, localmente conosciute come “casette di legno”, ubicate in via Orto di Santa Maria.

Al termine delle operazioni un uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, altre sei persone (tra cui anche l’arrestato) sono state denunciate per invasione di edifici, un’altra è stata denunciata per furto di energia elettrica e infine 2 individui sono stati segnalati alla Prefettura – UTG di Roma per uso personale di sostanze stupefacenti mentre ad un altro è stata elevata una contravvenzione di 1600 euro per aver abbondonato la sua autovettura in area pubblica.

Nello specifico, anche grazie al fiuto delle unità cinofile, un 38enne del luogo è stato arrestato perchè trovato in possesso di 50 grammi di hashish, già suddivisi in dosi; nell’attesa del processo per direttissima in cui dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Altri due individui sono stati trovati in possesso di modiche quantità di hashish, venendo segnalati alla Prefettura di Roma, quali assuntori di sostanze stupefacenti. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato.

Sono 6, invece, in totale, le persone denunciate in stato di libertà perché avevano occupato abusivamente le abitazioni in assenza delle relative concessioni comunali, mentre un’altra è stata denunciata per furto di energia elettrica in quanto aveva effettuato un allaccio abusivo alla rete elettrica, precisamente a un palo della luce, a totale servizio della propria abitazione.