Minacciò con colpi di pistola una vittima di usura, arrestato

CIVITAVECCHIA – Nella giornata di martedì 2 febbraio gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Civitavecchia hanno dato esecuzione a due misure cautelari nei confronti di un romano 48enne ed un civitavecchiese di 47.

Il 47enne, C.A. le sue iniziali, è stato arrestato al termine di una complessa attività d’indagine iniziata dagli agenti del commissariato di viale della Vittoria a maggio del 2020, quando, a viale Guido Baccelli, in pieno centro cittadino, furono esplosi alcuni colpi d’arma da fuoco.

Nonostante nessuno avesse denunciato il fatto, gli investigatori sono riusciti a risalire alla vittima e all’uomo che aveva esploso i colpi.

Dalle indagini è emerso che l’uomo, con precedenti di polizia, già conosciuto agli investigatori, a seguito di un debito, pretendeva dalla vittima un’ingente somma di interessi, arrivando a minacciarlo di morte fino ad intimidirlo sparando a salve nei pressi della sua abitazione.

Dagli indizi raccolti dai poliziotti, nonostante l’omertà della vittima, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Civitavecchia ha emesso l’Ordinanza di Custodia Cautelare nei confronti dell’uomo che, dopo l’esecuzione, è stato tradotto in carcere e dovrà rispondere di minacce ed estorsione.

Gli agenti hanno inoltre eseguito l’Ordinanza di Carcerazione emessa dal Tribunale di Roma nei confronti di T.A., 48enne romano, ma residente a Ladispoli, accusato di maltrattamenti aggravati in famiglia.