Medico aggredito a Cerveteri, la Asl: “Episodio vergognoso”

CERVETERI – Grave episodio di aggressione ieri mattina ai danni di un medico della Asl, L. B. presso la sede Asl di Cerveteri.

Secondo quanto riferisce la stessa azienda sanitaria, mentre stava predisponendo quanto necessario per una visita a domicilio, il medico è stato aggredito fuori la sede da un cittadino che ha inveito pesantemente su di lui con calci e pugni. Sono intervenuti i vigilantes che prestano servizio nella sede Asl, e dopo pochi minuti le forze dell’ordine, che la Asl ringrazia per la vicinanza e il pronto intervento.

Non essendo più in condizioni di continuare il servizio e avvertendo forte dolore, il medico si è recato al Pronto soccorso del S. Paolo a Civitavecchia dove gli è stata diagnosticata la frattura delle coste e numerose contusioni con una prognosi di 30 giorni.

“La direzione aziendale – si legge in una nota della Asl – esprime vicinanza al medico aggredito, condannando il vergognoso gesto compiuto nei confronti di un lavoratore al servizio della comunità. Questi episodi non devono passare inosservati né impuniti, perché ledono il bene collettivo colpendo nel cuore del nostro sistema sanitario, già provato dalla gestione della pandemia”.