“L’angolo di Neanderthal”. Poeti sopraffini alla Marina

CIVITAVECCHIA – Poeti sopraffini alla Marina, dove l’abbondante salsedine a quanto pare è fonte di ispirazione per qualche novello romanziere nostrano. La potente inalazione di iodio, infatti, ha suggerito le parole giuste per esprimere, o meglio imprimere sul marmo, i profondi pensieri che nutriva in cuore. Ed ecco il capolavoro finale: una indigestione di idiozia dalla testa ai piedi, passando per collo e spalla come ha voluto acutamente evidenziare il novelliere marinaro. (foto di Francesco Pierucci)