“L’angolo di Neanderthal”. L’impunito invisibile

CIVITAVECCHIA – Deve essere davvero invisibile il furgone bianco costantemente parcheggiato in divieto di sosta sull’ingresso della trincea ferroviaria in Corso Centocelle. Perché l’ingombrante mezzo, sempre al di fuori delle strisce di sosta e posizionato in buona parte ad ostruire il passaggio pedonale, pare che ogni giorno, da diverse settimane se non mesi, venga puntualmente parcheggiato in questo modo. E tanta impunita serialità può spiegarsi solo con l’assenza di sanzioni. Una palese infrazione, quotidiana e alla luce del sole che, a quanto pare, nessun organo preposto nota. Davvero curioso. E il civile autista del mezzo sentitamente ringrazia.