“L’angolo di Neanderthal”. Di qui non si passa

CIVITAVECCHIA – Il problema è storico e si ripresenta puntualmente ogni estate, quando la Movida si trasferisce in blocco sul Lungomare generando enorme afflusso di mezzi e persone. Il parcheggio selvaggio, infatti, diventa per molti l’unica e naturale soluzione alla ricerca di un posto auto, con conseguenze in termini di viabilità e sicurezza davvero critiche. La foto che ritrae l’imbocco della rampa dei Saraceni, sabato sera, ripropone il problema in tutta la sua evidenza. Auto e motorini vengono posteggiati sui marciapiedi e all’ingresso della zona pedonale, andando ad occupare ed ostruire il passaggio ai pedoni. L’unica possibilità, per chi transita a piedi, magari con una carrozzina, è spostarsi all’interno della carreggiata esponendosi al passaggio delle macchine che sfrecciano, con tutta la pericolosità che ne consegue; quasi impossibile, invece, per un disabile, riuscire a trovare un varco entro cui passare. In tutto questo caos, spicca l’assenza di controlli, praticamente pari a zero. Nessuna forza dell’Ordine presente, nessuna multa, nessuna rimozione coatta per i mezzi dei primitivi che non hanno alcun imbarazzo a mostrare il loro squallido livello di civiltà.

Ma. Ga.