La Asl: “Disagi ridotti al minimo per l’indisponibilità della Tac”

358

CIVITAVECCHIA – La Direzione aziendale della Asl RmF interviene in merito al guasto della Tac verificatosi lo scorso 27 gennaio presso l’Ospedale S. Paolo e già risolto, comunque, nella giornata di ieri. “Le prestazioni TAC non effettuate nel periodo di fermo, sono state da subito ricollocate nella seduta programmata per il giorno di sabato 31/01/2015 dalle ore 14.00 – si legge in una nota stampa della Asl – Le prestazioni sospese in data 27/01/15 erano 18 e nei recuperi effettuati risultano n°5 prestazioni revocate dagli stessi utenti, n. 1 prestazione, la più urgente, spostata al 29/01/2015 e già effettuata, e n° 13 prestazioni già ricollocate, come specificato, a domani sabato 31/01/2015. Lunedì prossimo, inoltre, la ditta incaricata di risolvere definitivamente il problema ormai ricorrente, effettuerà il sopralluogo tecnico per l’installazione dell’UPS, (il dispositivo che coprirà le improvvise cadute di rete elettrica alla base dei ripetuti black out della TAC), istallazione che dovrebbe avvenire appunto nel giro di pochi giorni”.
La Direzione aziendale, scusandosi per quanto accaduto, vuole precisare che “l’imprevedibilità del guasto tecnico è stata compensata da una pronta risposta dei servizi competenti, in un’ottica di estrema attenzione ai bisogni di salute dei cittadini, che è poi la linea guida sulla quale si sta imperniando tutta l’opera di riqualificazione delle attività di sanità pubblica dell’Azienda nell’Ospedale e nel territorio. Si sottolinea infine quanto si sia fatto per sopperire il più rapidamente possibile alla improvvisa ed imprevedibile carenza, e quanto siano stati ridotti al minimo i disagi per gli utenti anche in considerazione delle patologie individuali”.