Il Ponte delle Quattro porte regno dei manifesti abusivi

350

manifesti moscherini 2CIVITAVECCHIA – E’ sicuramente il regno dei manifesti abusivi il Ponte delle Quattro Porte. Da alcune settimane, infatti, il passaggio pedonale della centrale arteria è la meta preferita, su ambo i lati, degli attacchini più sregolati e incuranti delle regole; o forse sarebbe più corretto dire degli attacchini che maggiormente amano lordare la città. Le foto parlano da sole. Decine e decine di manifesti selvaggi fanno da squallida cornice al Ponte; e certo fa una certa impressione scorgere, in questi giorni, una sfilza di manifesti abusivi del Sindaco Moscherini, il primo che dovrebbe garantire, per la carica che ricopre, il pieno rispetto delle regole in questa campagna elettorale. Anche se i primi manifesti che hanno “inaugurato” l’imbrattamento delle Quattro Porte sono stati due settimane fa quelli del candidato Patrizio Carraffa. Successivamente sono comparsi manifesti dei candidati Attilio Bassetti e Aldo Frezza, oltre a manifesti del Pdl e della Destra. Che dire? Se candidati e attacchini pensano in questo modo di rendere  un bel servizio alla città, avanti così. Ci sono ancora tre settimane di campagna elettorale a disposizione e centinaia di altri manifesti abusivi da attaccare.