Gli studenti del Galilei ricevuti al Senato dalla Bonino

bonino studenti galileiCIVITAVECCHIA – Importante visita istituzionale per gli studenti del Liceo scientifico Galilei di Civitavecchia e S. Marinella, che ieri mattina sono stati ricevuti a Palazzo Madama dalla Vice Presidente del Senato Emma Bonino. Un incontro reso possibile dal legame di amicizia con la referente locale Unicef Pina Tarantino che ha accompagnato gli studenti delle classi 2^ B, 2^ G, 3^ G e 4^ G a Roma insieme alle Prof.sse Elena Renzi e Ileana Giacomelli. Dopo aver visitato il Senato la delegazione ha atteso nella Sala Nassirya del Senato Emma Bonino, accolta dai ragazzi con un caloroso applauso. Per circa un’ora ha intrattenuto i ragazzi parlando del suo impegno internazionale nella difesa dei diritti civili, con particolare riferimento alla barbara pratica delle mutilazioni genitali femminili. Tema su cui sia l’Unicef che l’Ue stanno attuando con un progetto comune una forte campagna di sensibilizzazione. Tale progetto ha contribuito ad accrescere la consapevolezza dei pericoli per la salute connessi alle MGF, favorendo altresì lo svolgimento di dibattiti e confronti all’interno delle comunità locali, nonché il germinare di dibattiti a livello dei singoli Stati concernenti i diritti umani in generale e le relazioni tra uomini e donne in particolare. Con questo metodo di ordine pedagogico e democratico, le comunità si sono riunite ed hanno discusso, addivenendo, talvolta a dichiarazioni pubbliche emanate dalle autorità locali in cui si affermava la volontà di abbandonare questa pratica.
Molto interesse ed emozione ha destato nei ragazzi l’invito rivolto dalla Bonino ad un nuovo incontro, a dicembre, al ritorno del suo viaggio all’Assemblea Generale dell’Onu in cui si cercherà di deliberare decisioni risolutive per porre fine alle MGF.
Su questo fronte, comunque, si registra intanto una buona notizia: una festa organizzata da una comunità di Malicounda Bambara, in Senegal, per il decimo anniversario del divieto di infibulazione nel villaggio.
Pina Tarantino invita a firmare la petizione “Basta mutilazioni!” cliccando su www.noncepacesenzagiustizia.org