Gli alunni della “Cialdi” visitano la sala operativa della Questura

211

commissariatoCIVITAVECCHIA – Sabato 21 aprile gli alunni della V elementare del II circolo didattico “Cialdi – De Curtis” di Civitavecchia, unica “Scuola Ambasciatrice Unicef” del Lazio, hanno effettuato una visita didattica presso la Sala Operativa della Questura di Roma.
L’iniziativa rientra nell’impegno della Questura nel percorso di ”educazione alla legalità” rivolto ai più piccoli, la cui finalità e quella di promuovere ed accrescere nei giovani visitatori una più approfondita cultura della sicurezza.
Accompagnati dalla sig.ra Pina Tarantino, responsabile del comitato Unicef Litorale Roma –Nord e promotrice dell’iniziativa, nonché dalle insegnanti, gli studenti sono stati ricevuti dal Vice Questore Aggiunto Roberto Maugeri, dirigente della Sala Operativa, che ha illustrato loro l’importanza del servizio del 113.
Il Funzionario della Questura ha illustrato ai ragazzi con alcuni casi pratici l’importanza di segnalare tempestivamente al 113 ogni situazione “sospetta” o di eventuale disagio, per contribuire attivamente alla prevenzione dei reati.
Gli alunni hanno quindi chiesto di approfondire meglio la conoscenza del “meccanismo” che coordina l’invio delle Volanti sul territorio, seguendo in “diretta” con attenzione alcuni interventi degli equipaggi impegnati su strada.
La scolaresca ha visitato inoltre il Centro per la Gestione della Sicurezza dei Grandi Eventi, che coordina tutta l’attività delle Forze di Polizia durante le manifestazioni, di piazza seguendone le fasi anche con collegamenti video dall’alto, tramite le riprese effettuate dal Reparto Volo della Polizia di Stato.
Alla visita di sabato, nell’ambito dello stesso progetto didattico, seguirà quella in programma il prossimo 2 maggio, con gli alunni della scuola media “Manzi” di Civitavecchia.
La Signora Pina Tarantino, ha formulato i suoi ringraziamenti per il Dirigente del Commissariato di Civitavecchia, Dr. Giovanni Lucchesi, che ha curato l’organizzazione dell’evento e all’imprenditore locale Pietro Cavallaro per il trasporto degli studenti