Cassonetti ancora stracolmi, rifiuti in tutta la città

477

CIVITAVECCHIA – Brutto risveglio per Civitavecchia. Nonostante le rassicurazioni del Comune, per cui i rifiuti accumulatisi nei giorni scorsi per la rottura di alcuni compattatori sarebbero stati rimossi già a partire da giovedì scorso, alle prime ore di questa mattina la città era ancora sommersa da tonnellate di spazzatura riversata a ridosso dei cassonetti non svuotati. Una quantità di rifiuti davvero notevole considerati anche i due giorni di festa che hanno accompagnato il fine settimana, festa di Santa Fermina compresa. Anche se il problema non riguarda solo i rifiuti generici, perché anche i contenitori della differenziata traboccano in più parti della città, segno che pure lo svuotamento di questi ultimi è al palo da diversi giorni.
E oltre ai disagi e al cattivo odore alimentato dal caldo degli ultimi giorni, arrivano puntuali le polemiche con accuse dirette all’Amministrazione comunali.

Immediata la presa posizione del Partito Democratico, per voce del segretario cittadino Germano Ferri, che parla di “un’emergenza da prendere sul serio”. “La spazzatura in strada aumenta di giorno in giorno – sottolinea – e, con essa, i rischi conseguenti. Da medico non posso che esprimere tutta la mia preoccupazione per un evidente stato di degrado urbano che grava pesantemente sulla salute dei miei concittadini. E’ noto che con l’accumulo in strada di un’ingente quantità di immondizia, oltre agli odori nauseanti ed alla palese diminuzione della qualità di vita dei Civitavecchiesi, per non parlare dell’annichilimento attrattivo verso turisti e possibili investitori, aumentino esponenzialmente topi, zanzare, mosche, cimici, ragni, gabbiani e tutti gli altri animali che in simili condizioni prosperano. Vivere in una città popolata da così tante specie animali, normalmente non presenti, non fa bene alla salute. Ricordo gli insetti si moltiplicano ovunque c’è acqua, gli scarti organici per questi animali sono un luogo ideale dove sopravvivere, deporre le uova e dunque proliferare. Confrontandomi con molti miei colleghi ho constatato che ultimamente in città sono aumentati notevolmente i casi di pazienti che si rivolgono al medico per punture di insetto. Queste sono particolarmente pericolose soprattutto per bambini ed anziani dato che, nei bambini, possono causare impetigini contagiose anche per altri piccoli mentre negli anziani, le stesse causano addirittura infezioni gravi o cancrene. Un vero e proprio flagello per la nostra città sotto il profilo igienico sanitario e dell’immagine quello di questi giorni, il quale risulta palesemente sfuggito al controllo della amministrazione comunale tanto che, in vista dell’annuale processione di Santa Fermina, sono stati avvistati alcuni operatori comunali nascondere i cassonetti stracolmi dalle zone in cui la processione sarebbe passata. Ciò che mi stupisce in tutto questo – conclude – è l’affermazione del collega e Consigliere comunale Dott. Floccari: La Città è certamente più pulita che in passato’. Auspico una rapida soluzione del problema, nel minor tempo possibile”.