Tarquinia. Stazione ferroviaria: l’Amministrazione fa il punto sul progetto di riqualificazione

TARQUINIA – L‘Amministrazione comunale fa il punto sul progetto riqualificazione della stazione ferroviaria di Tarquinia avviato in collaborazione con il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

“Sul fronte turismo – si legge nella nota del Comune – si sta studiando il posizionamento di stalli per il car-sharing, il noleggio di bici e ciclomotori prospicenti l’ingresso della stazione.
Per quanto riguarda i pendolari muniti di abbonamento che ogni mattina si recano al lavoro, dal 22 agosto prossimo, potranno richiedere ed ottenere il rilascio della ticket gratuita per la sosta in stazione. Sarà infatti possibile proprio a partire dal 22 agosto prenotarsi, ricordiamo per i soli residenti nel Comune di Tarquinia, inserendo nella app Tarquinia alla sezione parcheggi, i dati relativi al proprio mezzo (libretto di circolazione macchina o motoveicolo), il numero dell’abbonamento alle Ferrovie dello Stato per usufruire gratuitamente del parcheggio per tutto il periodo di validità dell’abbonamento del gruppo FS. Sarà necessario esporre il ticket del parcometro, inserendo il numero di targa o stampando l’allegato inviato con e-mail dall’app. L’Amministrazione, inoltre, sta portando avanti un progetto artistico di riqualificazione e decoro che riguarderà anche i locali di transito e di attesa della stazione di Tarquinia.
Il progetto prevede l’installazione di due opere di Sebastian Matta: Flauto etrusco 1195 e Il tuffatore 1995; due pannelli in ceramica policroma, ispirati agli affreschi delle tombe dipinte inseriti nel giornale-progetto per i passeggeri delle Ferrovie dello Stato. Questa iniziativa nacque molti anni fa durante un incontro tra l’artista cileno e l’allora presidente delle Ferrovie dello Stato, Lorenzo Necci”.

“La stazione ferroviaria – conclude la nota – cambierà quindi radicalmente volto. Non più una landa desolata ma un luogo di incontro e cultura. Sarà l’occasione per tutti coloro che vi transitano, per turismo o lavoro, di apprezzare arte, cultura e storia del territorio. Tutto ciò sarà possibile solo grazie all’impegno, alla collaborazione ed al percorso intrapreso tra il comune di Tarquinia ed il gruppo FS che ringraziamo”.