Tarquinia. Mazzola esulta, Minniti soddisfatto

comune tarquiniaTARQUINIA – Si dice soddisfatto Cristiano Minniti, candidato alla carica di sindaco della lista “Polo di centrodestra”, all’indomani del voto elettorale del 6 e 7 maggio, ringraziando gli amici che gli sono stati vicini, primo fra tutti il consigliere regionale Francesco Battistoni.
“Il nostro è stato un risultato molto importante – commenta – perche siamo riusciti senza compromessi, inciuci e simboli di partito a raggiungere la percentuale dell’ 8%. Una quota superiore a tanti partiti di livello nazionale come l’Udc e il terzo polo. Questo significa che i cittadini hanno capito il nostro coraggio e la nostra serietà e ci hanno dato la fiducia necessaria a rappresentarli all’interno dell’amministrazione pubblica. Al tempo stesso gli elettori hanno dato un’evidente bocciatura a un modo vecchio di fare politica. La nostra lista ha avuto il pregio di contenere l’emorragia di voti. Infatti, senza di noi moltissimi elettori di centrodestra non sarebbero andati a votare. Il nostro risultato è ancora più importante perché è stato conquistato nonostante le bugie messe in giro contro di noi dai soliti politicanti. Ci hanno accusato di aver stipulato un patto con Mazzola. I risultati elettorali confermano che si trattava delle solite infamità dette nei bar da noti e squallidi personaggi del sottobosco politico. Continueremo nel nostro progetto – conclude Minniti – e porteremo avanti con forza e senza tentennamenti i programmi che sono stati alla base della nostra campagna elettorale, perché Tarquinia ha necessità di una svolta forte e di una ripresa economica che non si può più rimandare”.
Estremamente soddisfatto il riconfermato Sindaco Mazzola, vincitore al primo turno senza nemmeno passare per il ballottaggio. “Un risultato eccezionale – dichiara – Ha vinto la politica contro l’antipolitica. Premiati cinque anni di buona amministrazione. Ringrazio i nostri elettori. Sarò il sindaco di tutti tarquiniesi. Un’affermazione netta. – prosegue – La mia vittoria non è assolutamente in discussione. I voti ci sono e sono tutti validi. Chi sta divulgando in questi giorni notizie false e tendenziose non vuole ammettere di essere stato sconfitto in modo netto e senza appello. Una vera e propria batosta elettorale. Una durissima lezione.I cittadini hanno saputo scegliere e mandare a casa personaggi che hanno fatto del trasformismo la loro missione politica. Una sonora bocciatura che li mette definitivamente da parte. Un ringraziamento va alle forze dell’ordine per l’ottimo servizio svolto durante le votazioni”.