Silvia Blasi: “Risanamento ecologico delle acque del lago di Vico”

VITERBO – “È necessario il risanamento ecologico delle acque del Lago di Vico in quanto queste risultano gravemente compromesse come evidenziato da numerosi studi di Enti e Università”. Lo dichiara il consigliere regionale del M5S, Silvia, Blasi, che ha presentato un ordine del giorno ad hoc in Regione.

“Senza acqua non si vive e dobbiamo preservare e tenere pulite tutte le riserve e fonti che i nostri territori ci offrono – afferma – Le acque del Lago di Vico, come numerosi studi confermano, sono gravemente compromesse. L’ISDE monitora la qualità delle sue acque da tempo e non si stanca di lanciare allarmi denunciando la situazione dell’ecosistema lacuale. In Commissione Ambiente e agricoltura a giugno 2020 si è tenuta una audizione che ha evidenziato la necessità del risanamento ecologico delle acque del Lago di Vico in linea con gli obiettivi della Direttiva Acque 200/60/CE”.

Il Lago di Vico oltre a essere molto importante quale fonte di approvvigionamento idrico è inserito nella Rete Natura 2000 quale sito di importanza comunitaria (IT6010024) e come Zona di protezione speciale (IT6010057) tutelate dalla normativa “Habitat” (92/43/CEE) e dalla direttiva “Uccelli” (79/409/CEE). È inoltre sede della Riserva naturale regionale del Lago di Vigo istituita con L.R. 47 del 28 settembre 1982 e L.R. 24 del 24 dicembre 2008.

“Vista perciò l’importanza rappresentata dalle suddette acque sia per la salute umana che dal punto di vista ambientale – conclude Silvia Blasi – il 20 gennaio 2021 il Consiglio regionale ha approvato un mio Ordine del giorno collegato a un mio emendamento al bilancio per una spesa di 50.000 euro. Il documento impegna la Giunta a intraprendere tutte le iniziative necessarie al risanamento ecologico delle acque del Lago di Vico valutando, inoltre, la possibilità di fruire del Programma Europeo Life. Auspico quindi a questo punto un tempestivo intervento”.