Santa Marinella. Scongiurato lo sciopero dei lavoratori del servizio raccolta rifiuti

SANTA MARINELLA – Scongiurato lo sciopero dei lavoratori del servizio raccolta rifiuti a Santa Marinella, raggiunto l’accordo tra lavoratori e l’azienda Gesam che gestisce il servizio.

Il 19 luglio u.s. , tra le Organizzazioni Sindacali Cgil Fp e USB Lavoro Privato e la società Gesam srl é stato raggiunto un primo accordo sulle questioni poste dai rappresentanti dei circa 35 lavoratori, alla base dell’ agitazione sindacale: i mancati adempimenti contrattuali quali i mancati versamenti al Fondo Previambirnte del TFR trattenuti in busta paga ai lavoratori e non versati al fondo dal 2016 della società che gestisce il servizio raccolta rifiuti; il mancato pagamento delle quote mensili dell’assicurazione sanitaria FASDA a carico del datore di lavoro; il mancato pagamento mensile, da Gennaio di quest’anno, dei buoni pasto giornalieri.

L’accordo raggiunto vede l’impegno della Gesam a sanare i mancati adempimenti Previambiente è Fasda con pagamenti in due tranche entro dicembre prossimo e il pagamento dei buoni pasto arretrati entro la fine di questo mese.

Le parti hanno inoltre concordato di incontrarsi entro settembre per discutere della contrattazione di secondo livello per raggiungere un accordo sulla produttività.

Gli impegni assunti da Gesam, rappresentano un primo passo per la risoluzione dei problemi dei lavoratori che, nonostante le difficoltà e i disagi, hanno sempre e garantito il servizio ai cittadini.”

Dichiarano i rappresentanti delle sigle sindacali Attilio La Mura, Roberto Meroldi e Chiara Cianfrini.