Santa Marinella: i ragazzi del Liceo Scientifico alle prese con la fase finale del progetto “lavori in corso”

591

Venerdì 13 giugno, presso la saletta del camino della Chiesa di S. Giuseppe, si è celebrata la cerimonia conclusiva del progetto di didattica innovativa “Lavori in corso” . Il progetto a cui ha aderito con convinzione la Dirigente del Liceo Scientifico Galilei, Maria Zeno, si muove nell’ambito del progetto più ampio di alternanza scuola/lavoro ed è stato finanziato dalla Regione Lazio, proposto e gestito dalla società di progettazione e marketing Segni di Segni di Roma. Articolato in diverse fasi, il progetto è giunto alla conclusione con i tre gruppi finalisti delle due classi quarte, G e H, del Liceo di S. Marinella che hanno presentato il loro piano di bonifica e di riqualificazione del tratto di costa che dal Castello Odescalchi di S. Marinella va fino alla spiaggia della passeggiata. A tutti i sette gruppi partecipanti è stato consegnato un attestato con motivazione specifica del valore di ogni singolo progetto. I primi tre gruppi, rigorosamente selezionati da una Commissione di professionisti, architetti ed imprenditori, hanno presentato ad un pubblico attento ed interessato il loro lavoro.
I gruppi in finale sono stati “Tips” composto da Alessio Manuelli, Ginevra Camboni, Beatrice Rosati e Filippo Bianchi, “Changing Mindset”, composto da Rossella Maresca, Alessio Cangini, Pasquale Montuoro, Volodymyr Ferenchak e Federica Diddoro, “Mutare ad Custodiam” composto da Matteo Imperio, Pierangelo Gori, Gunter Rojas, Luciano Fratturato, Samir Errami, Weihao Peng . Vista la qualità della proposta e degli approfondimenti, la commissione ha scelto di premiare ex equo i tre gruppi con il primo posto ognuno per la sua propria specificità; il gruppo “Tips” per la sensibilità dimostrata verso il sociale, il gruppo “Changing Mindset” per le capacità imprenditoriali e il gruppo “Mutare ad Custodiam” per la qualità delle idee progettuali incentrate sul rispetto dell’ecosistema finalizzato alla valorizzazione della natura come sintesi tra turismo, formazione e cultura dell’ambiente.
Il gruppo ha infatti previsto la realizzazione di una microriserva marina (prerequisito essenziale per la conservazione del fragile quanto unico ecosistema di quel tratto di costa) e il coinvolgimento nello studio e nel monitoraggio del Liceo e dell’ Università della Tuscia. A quest’ultimo gruppo è stato consegnato un simbolico rimborso spese.
I rimanenti quattro gruppi sono: “Divers” (Mariam Polito, Beatrice Di Leva, Emanuela Gambardella, Francesco Mareschi, Antonino Di Maggio, Alessio Bacheca), New Special Vision ( Francesco Spagnuolo, Benedetta Trebiani, Paul Newman, Monica Giardina), Clips (Pietro Nanu, Luca Albani, Ilaria Mancinelli, Stefan Kolar, Carlotta Bruni).
I ragazzi hanno saputo interpretare con accuratezza tutta la filiera del lavoro, dall’ideazione, lo studio della fattibilità ambientale, la ricaduta sociale, gli aspetti economici di investimento e guadagno e, non ultimo, hanno saputo esporre con competenza e sorprendenti doti comunicative i vari progetti, sottolineando la soddisfazione che hanno provato nell’essere protagonisti.
Presenti in sala il vice sindaco Carlo Pisacane, l’assessore ai lavori pubblici, Raffaelo Bronzolino e il delegato al Bilancio, Emanuele Minghella che hanno salutato ed incoraggiato il giovane pubblico di studenti. Sensibilità ambientale e sociale, capacità di progettazione e di visione futura, prospettive turistiche e di occupazione, conoscenza territoriale faunistica e floreale, concretezza e fattibilità economica, amore per la propria città e cittadinanza attiva gli obiettivi ampiamente raggiunti dal progetto