Santa Marinella Capitale del surf

25

SANTA MARINELLA – Primo accordo programmatico tra l’amministrazione comunale di Santa Marinella e la federazione di sci nautico e surf per realizzare uno stadio del surf nella famosa spiaggia di Banzai e creare nuovi spot lungo il litorale di Santa Marinella.

All’incontro che si è svolto ieri nella sede municipale, erano presenti, oltre al sindaco Pietro Tidei, la consigliera delegata al demanio e spiagge Danila Verzilli, il presidente nazionale dello sci nautico Dottor Luciano Serafica oltre ad alcuni gestori degli stabilimenti balneari del litorale comprensoriale.

Il progetto, molto articolato, prevede di contemplare le esigenze di tutela della costa colpita dal fenomeno dell’erosione marina, attraverso la realizzazione delle barriere soffolte – si legge in una nota dell’Amministrazione – L’iniziativa che avrà una grande potenzialità di sviluppo economico del nostro territorio legata alla valorizzazione di alcuni tratti di litorale, già frequentati dagli appassionati di questo sport acquatico che fa sempre più proseliti e per questo motivo il Sindaco Tidei ha già dato mandato a due architetti di redigere, in tempi brevi, uno studio della costa, per meglio individuare le zone dove creare i vari spot da lasciare a disposizione dei surfisti, ma è indubbio, che i maggiori investimenti saranno fatti sulla famosa spiaggia di Banzai, nota in tutto il mondo e frequentata da molti surfisti provenienti da tutt’Italia. La spiaggia sarà dotata di due torri faro che illumineranno lo specchio acqueo permettendo di surfare anche nelle ore notturne, specialmente nel periodo estivo. Prevista anche la realizzazione di servizi, infrastrutture, come bungalow bagni e spogliatoi, oltre ad una club house. Si tratta con certezza di una iniziativa in grado di dare una speranza di rinascita alle due località balneari di Santa Severa e Santa Marinella, che in tal modo si candidano a divenire capitali italiane del surf e questo porterà indubbi benefici anche in termini di presenze turistiche sul territorio”.