S. Marinella. Tidei risponde alle critiche dell’opposizione

SANTA MARINELLA – Dal Sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei, riceviamo e pubblichiamo:

“Oggi è il 22.02.2022, il twos- days come dicono gli americani, ultima data palindroma del decennio e su un quotidiano locale oggi c’erano 2 articoli contigui sull’ultimo consiglio comunale.
Pure questi erano 2 e palindromi da qualsiasi parte si leggano è lo stesso, non ci trovi dentro niente.
Casella si lamenta (oggi) del consiglio comunale indetto per accogliere SE Monsignor Ruzza, ma nulla ha detto in consiglio, Settanni si lamenta delle mie parole, ma lui in consiglio non c’è venuto proprio. E non è la prima volta, non dimentichiamo che stesso copione usò in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre: assenza in consiglio e solito lunghissimo comunicato il giorno dopo, con accuse al sottoscritto, al gruppo che lo aveva candidato e annuncio di una sua missiva (immagino lunghissima) alla Senatrice con la quale l’avrebbe convinta a rifiutarla.
Non capisco proprio i motivi delle solite, inutili e sterili proteste fine a se stesse di una minoranza priva di idee e probabilmente di conoscenza e capacità. Il Vescovo è la figura cattolica più importante del territorio ed era doveroso invitarlo non solo per Lui ma anche per rendere merito al mondo cattolico in tutte le sue articolazioni che in questo periodo di pandemia ha collaborato fattivamente ed alacremente ad aiutare la parte più fragile della popolazione, affiancando le strutture comunali e di volontariato, con le proprie sedi ed andando a raggiungere anche quelle persone trasparenti alle istituzioni.
Si picca, Settanni, per alcuni termini usati nel penultimo consiglio nei suoi confronti e nei confronti di una persona del pubblico.
La persona ha già pubblicata ridimensionato la cosa riconoscendo il fatto che non ho usato una parolaccia nei suoi confronti.
Per quanto riguarda la parola “ignorante” quella è un riconoscimento di uno stato di fatto, il fatto di “ignorare” le norme e le leggi che regolano gli iter o gli atti amministrativi.
Abbiamo presentato il bilancio di previsione con il documento unico di programmazione triennale, e unicum in tutta la mia non breve carriera politica e credo in Italia, l’opposizione non ha fatto un emendamento, una critica o un intervento, limitandosi, però, a votare contro.
Ora i casi sono 2, o quel bilancio era perfetto o sono stati incapaci per ignoranza delle leggi di fare una critica, e siccome la perfezione non è di questo mondo….
Fanno proteste poiché non hanno proposte, questa è la verità, ora che anche l’argomento referendario si è miseramente sgonfiato, lo testimoniano la desolante piazza semivuota di sabato scorso, restano soli ad auto referenziarsi capacità che non hanno”.

Pietro Tidei – Sindaco di Santa Marinella