S. Marinella. Tidei: “Lo Scienze park Marconi sia gestito dal Comune”

SANTA MARINELLA – Il Sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei ha scritto al ministro della Difesa Lorenzo Guerini e al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso per chiedere un incontro urgente e portare a compimento il protocollo d’intesa tra il comando logistico dell’Aereonautica militare e il Centro Radioelettrico Sperimentale Guglielmo Marconi.

Dopo il grande clamore, anche mediatico seguito all’arrivo sul pianeta Marte della navicella spaziale Rover Perseverance che custodiva a bordo il nome dello Science Park di Torre Chiaruccia, il sito da dove il fisco e premio Nobel Guglielmo Marconi compì gli esperimenti che portarono alla scoperta delle microonde, il primo cittadino ha ritenuto importante poter concludere un importante progetto già avviato negli anni passati per consentire al Comune di divenire gestore dell’intera area.

Rivolgendomi al titolare del Dicastero della Difesa mi sono permesso di ricordargli che ci eravamo già conosciuti in passato, durante la XVI Legislatura, quando da parlamentare facevo parte della commissione Giustizia della Camera dei Deputati – spiega Tidei – Oggi nella mia veste di Sindaco di Santa Marinella, carica che mi onoro di ricoprire e che intendo svolgere con massimo impegno per dare nuove occasioni di sviluppo a questa bellissima cittadina, ho voluto ricordare anche al Ministro Guerini che la base di Torre Chiaruccia ha una rilevanza mondiale per la storia delle comunicazioni tanto che Marconi fu proprio qui che, nel 1935 collaudò la sua prima stazione Radar. Dal giorno dell’inaugurazione dell’attuale Science Park c’è stato un costante afflusso di scienziati ed esperti delle comunicazioni, provenienti anche dagli Stati Uniti e di studenti e insegnanti. Il completamento del Parco, a oggi è limitato dal fatto che ricade in un’area militare e resta chiuso nei fine settimana. Inoltre i visitatori devono prenotarsi con dieci giorni di anticipo e questo scoraggia anche un afflusso dei crocieristi che sbarcano al porto di Civitavecchia. Il comune di Santa Marinella vorrebbe ora subentrare nell’attuale provvisoria concessione del Centro Radioelettrico Marconi e dell’intero sito. Nel primo protocollo che avevamo concordato con l’Aereonautica, avevamo previsto inoltre la ricostruzione della Torre Chiaruccia usata da Marconi per i suoi esperimenti distrutta dai nazisti nel 1944″.

“Mi auguro che il Ministro – conclude Tidei – possa prendere subito visione di questa mia richiesta d’incontro e si possa procedere di concerto a compiere l’ultimo passo per rendere la base logistica di Torre Chiaruccia un sito per il quale siamo pronti anche a chiedere il riconoscimento del sito quale Patrimonio dell’Unesco. Allo stesso modo ho ritenuto di dover scrivere una lettera di ringraziamento all’astronauta Luca Parmitano per il messaggio che ci ha mandato solo pochi giorni fa in occasione della giornata Mondiale Unesco Radio e l’ho invitato, appena potrà, a venere a vistare lo Science Park. Saremmo tutti davvero onorati di averlo come nostro illustre ospite”.