S. Marinella. Tidei incontra i percettori del reddito di cittadinanza al servizio del Comune

59

SANTA MARINELLA – Il sindaco di Santa Marinella, Avv. Pietro Tidei, ha incontrato ieri mattina, nella nuova sala conferenze della sede municipale di via Cicerone, i percettori del reddito di cittadinanza che a breve potranno lavorare per conto del Comune per tre ore giornaliere e per tre giorni alla settimana.

L’amministrazione comunale già dallo scorso mese di febbraio aveva avviato l’iter amministrativo per rispettare il decreto del ministero del Lavoro, che impone ai beneficiari del sussidio di partecipare a progetti di lavoro utili alla collettività del proprio comune di residenza.

“Sono convinto che i lavori socialmente utili per la collettività rappresentino per voi – ha detto il sindaco rivolgendosi ai titolari del sostegno – anche un’occasione d’inclusione e crescita anche se prestare servizio e aderire ai progetti non è una scelta discrezionale, ma un obbligo di legge che noi come amministrazione comunale dobbiamo far rispettare. Per questo motivo sono molto dispiaciuto perché degli ottanta beneficiari del reddito convocati per oggi, se ne sono presenti solo una trentina e a parte qualche persona che ha già giustificato la sua assenza, per le altre saremo costretti a notificare una lettera per una seconda convocazione. Per chi non si presenterà scatterà la segnalazione all’INPS con la conseguente possibile perdita del sussidio. Sono state rispettate tutte le procedure ed è stata attivata l’assicurazione presso l’INAIL a favore di quanti prenderanno servizio con le mansioni loro assegnate. Tutti i percettori del reddito che hanno superato un colloquio attitudinale, e sono stati sottoposti a visita medica, presteranno servizio in diversi ambiti e saranno presenti come già anticipato all’ingresso delle scuole nei vari plessi cittadini”.

Altro settore d’impiego sarà la manutenzione di parchi ed edifici pubblici. Prevista anche supporto alle attività di back e front Office della Biblioteca e una collaborazione in alcuni uffici. “Abbiamo voluto avviare questo servizio avvalendoci dei titolari del sussidio –spiega Tidei– perché lo riteniamo molto utile soprattutto in questo difficile momento di ripartenza dell’anno scolastico, dove è fondamentale far rispettare le norme anti-Covid e scongiurare contagi all’interno delle scuole”.

Tidei ha rivolto anche parole di incoraggiamento a tutti i percettori che avevano puntualmente risposto all’invito ricordando che, al termine di questa esperienza lavorativa ,riceveranno anche una attestazione di partecipazione che potrà anche essere allegata e farà punteggio in caso di concorsi o bandi nelle pubbliche amministrazioni.