S. Marinella. Settanni: “Quando l’apparire ad una Festa dell’Unità diventa più importante di saper amministrare una città”

SANTA MARINELLA – Dal Consigliere comunale di Santa Marinella, Francesco Settanni (Gruppo Misto), riceviamo e pubblichiamo:

“Il PD di Santa Marinella getta acqua sul fuoco e corre al riparo per questa ennesima figuraccia sul territorio, derivante dalle polemiche insorte per la partecipazione alla Festa dell’Unità di Civitavecchia di alcuni suoi esponenti della maggioranza, atteso che fra comunicati e controcomunicati non si capisce ancora bene se siano stati invitati oppure no.
Premetto che ho stima di alcuni membri del direttivo, non di tutti sia chiaro, ma di coloro che hanno dimostrato sincerità ed onestà intellettuale per dire le cose così come stanno e di cui quindi comprendo la preoccupazione di mandare messaggi chiarificanti sulle dinamiche create dalle “diverse anime” che compongono questa compagine politica, anche quelle “nere” che vorrebbero l’ingresso di Forza Italia e Lega in maggioranza.
Tuttavia, l’ultima “giustissima precisazione” fatta dal direttivo PD sulla faccenda ha tanto il sapore delle lacrime dei coccodrilli.
Sappiamo bene che il PD locale ha imposto la figura dell’attuale sindaco, ne ha avallato le scellerate gesta, le operazioni da lui volute, le scelte da lui fatte comprese quelle per cui lo stesso direttivo esprime preoccupazione: pulizia della città, ipotesi di urbanizzazione di Santa Severa, confusione sui parcheggi blu e rispetto dello Statuto comunale nella vicenda dei referendum.
Spiace dover invece far notare che, ad onor del vero, proprio su questi temi dal locale PD non é mai pervenuta alla comunità cittadina una presa di posizione decisa che potesse in qualche modo sconfessare la linea intrapresa dal loro primo rappresentante, cioè il sindaco, e da tutta la sua maggioranza, al contrario di quanto fatto da altre forze o esponenti politici. Su un tema come il Project financing del cimitero comunale, ad esempio, è stato possibile toccare con mano l’evanescenza del PD di Santa Marinella per il silenzio sia sul voto favorevole in Consiglio dei membri PD, sia sulla conseguente cosiddetta “cacciata” dalla maggioranza della componente di Sinistra Democratica, forza politica “sorella” quantomeno nell’orientamento ideologico che si era opposto al project.
Anzi, dirò dippiu’ spiace aver constatato che proprio i consiglieri PD in queste delicate vicende che riguardano il futuro della città hanno sempre appoggiato o votato a favore delle scelte del sindaco (pasticcio strisce blu, project cimitero, legge 167 Santa Severa, lottizzazione della Quartaccia in contrasto con il PTPR regionale, mancato appoggio ai referendum) e quindi non certo in aderenza alle preoccupazioni che tale attuale linea ufficiale del direttivo PD vorrebbe ora far passare.
So di essere scomodo ma sono una persona che antepone verità e trasparenza a convenienza e giochetti politici (che poi è ciò che realmente oggi la gente vuole) e quindi non posso che considerare il comunicato del PD come la prova tangibile che la linea politica del direttivo di Santa Marinella è ipocrita e rimane ipocrita e serve solo a cercare di recuperare il consenso di coloro che non sanno andare oltre le vuote parole di rito di questi format precostituiti di comunicazione politica.
In conclusione, il PD di Santa Marinella, pur di rimanere a galla ed avere il suo momento di visibilità sulla scena politica locale, a fronte di una situazione di degrado e abbandono della città che più disastrosa di cosi non può essere, ha dimostrato che è più importante chiarire la polemica sull’apparire ad una festa, piuttosto che intervenire sulla sostanza dell’amministrare con decoro”.

Consigliere Francesco Settanni (Gruppo Misto)