S. Marinella. Settanni: “Illegittima l’ultima ordinanza di Tidei sui parcheggi a pagamento”

139

SANTA MARINELLA – Dal Consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, Francesco Settanni, riceviamo e pubblichiamo:

“Continua da parte del sindaco l’abitudine di utilizzare lo strumento dell’ordinanza per regolamentare attività e situazioni in modo del tutto abusivo.
E’ un esempio l’ultima ordinanza che prevede il pagamento di 4 euro per le zone antistanti il Campo Sportivo, il Palazzetto dello Sport, il piazzale della Gioventù, nonché il parcheggi fra via Bassani e Vialetto Ruccellai per alcune fasce orarie e nei giorni del 31 agosto e del 5 settembre, dedicati all’esecuzione di due concerti. Attualmente tali aree sono ad uso libero dei residenti.
Bisognerebbe che il sindaco rammenti che l’esercizio del potere di emanare ordinanze contingibili ed urgenti ha carattere eccezionale e presuppone che, per salvaguardare le esigenze della popolazione locale, non possa farsi fronte con gli strumenti ordinari alla situazione di pericolo imminente ed attuale. Infatti, il presupposto della contingibilità ricorre quando si è in presenza di un evento del tutto abnorme, accidentale, eccezionale, del tutto inaspettato da parte dei consociati (cittadinanza). In sostanza, gli articoli 54 e 50 del T.U. attribuiscono al sindaco lo stesso tipo di potere; il primo fa riferimento ad un’ipotesi più generica, ossia alla tutela dell’incolumità dei cittadini. Il secondo, invece, fa riferimento ad un ambito circoscritto e più delimitato, ovvero la sanità e l’igiene pubblica.
In questa circostanza il provvedimento andava adottato attraverso una delibera di Giunta comunale in quanto quest’ultima, nell’esercizio delle sue competenze esecutive e di governo, fra le varie innumerevoli altre attività provvede anche ad:
– approvare le tariffe per la fruizione di beni e servizi, sulla base dei criteri generali stabiliti dal Consiglio;
– individuare le forme di gestione dei servizi pubblici locali (i parcheggi sono un servizio).
Ora, naturalmente, atteso che l’esecuzione di entrambe le manifestazioni era calendarizzata, conoscendosi pertanto da tempo il loro svolgimento, non siamo in presenza delle condizioni di contingibilità ed urgenza previsti dal Testo Unico dell’Ordinamento degli Enti Locali a giustificazione dell’ordinanza.
I casi quindi possono essere i seguenti: o il sindaco si alza la mattina e fa ciò che meglio crede…tanto sia la giunta che i consiglieri di maggioranza glielo lasciano fare, o i componenti della Giunta hanno preferito la vacanza o il mare piuttosto che riunirsi e deliberare, o invece infine per disaccordo o per ignoranza hanno lasciato che lui facesse ciò che gli pareva.
Dunque, indipendentemente dai suddetti casi, l’unica deduzione che si può fare è il constatare l’arbitrarietà dei provvedimenti di questo sindaco. Infatti, per l’infondatezza dell’ordinanza i cittadini non dovrebbero pagare per parcheggiare l’auto per assistere al concerto essendo tali spazi non regolamentati da una delibera di Consiglio Comunale come parcheggi a pagamento, i residenti dovrebbero avere libero accesso e non subire tale imposizione. L’unica cosa che quindi interessa è fare cassa, ingiustificatamente con la scusa del COVID, imponendo ai cittadini sudditi un balzello senza che essi possano dir niente non risultando conveniente ricorrere al TAR contro questo obrobrio di abuso di ordinanze di comodo”.

Francesco SettanniConsigliere comunale Movimento Cinque Stelle Santa Marinella