S. Marinella. Settanni e Fiorucci: “Farmacia Comunale: non è con le menzogne che si risolvono i problemi ma con i fatti”

22

SANTA MARINELLA – Da Consiglieri comunali di Santa Marinella Francesco Settanni e Francesco Fiorucci riceviamo e pubblichiamo:

La risposta all’articolo da noi pubblicato non ha tardato ad arrivare a firma dell’assessore Dott. Renzo Barbazza e del Dott. Carlo Tarantino.
Di certo è già infantile che due professionisti che dovrebbero essere ‘esperti’ nel settore sanitario facciano politica in questo modo giocando a rimpiattino nel replicare ai comunicati dell’opposizione anche con attacchi personali nei confronti di un cittadino e giudizi di sufficienza sul nostro operato di Consiglieri ‘alla prima esperienza’, riportando illazioni di mantenere legami con i vecchi amministratori di Santa Marinella, piuttosto che fare fatti e rispondere nei contenuti, atteso che nel loro scritto nulla compare in merito ai provvedimenti ed alle proposte di rilancio della Farmacia Comunale.
Non volevamo quindi prestarci allo stesso infantile gioco delle repliche ma, visto che ci additano come ‘pivelli’ agli occhi di chi legge diffondendo maldicenze, chiarezza va fatta e alcune necessarie note, proprio nel merito di ciò che essi hanno scritto, vanno ribadite ancora una volta, affinchè i nostri concittadini le conoscano a chiare lettere.
Essi parlano di limite alla decenza politica attribuendo tutte le responsabilità sullo stato di abbandono della Farmacia Comunale al precedente delegato Eugenio Fratturato, toccando l’argomento della dispersione delle entrate della Farmacia nei rivoli del bilancio comunale come se fosse una sua colpa. Forse essi hanno dimenticato che stanno governando da due anni e che avrebbero avuto tutto il tempo per riorganizzare il bilancio, la rotazione del personale in avvicendamento così come per rinnovare la linea di approvvigionamento dei farmaci, oltre naturalmente a produrre un business plan con attività di rilancio aziendale.
Ma la vera ipocrisia ed indecenza politica delle loro affermazioni sta nel voler dare ad altri attestazioni di collaborazionismo con la vecchia amministrazione quando essi, in quanto maggioranza, hanno al loro interno esponenti di primissimo piano proprio di quella amministrazione, anche in posizione di Giunta -oltre che di Consiglio- avendo conferito loro quindi la possibilità di fare ulteriori danni, nonostante li avessero già fatti in precedenza, portando il Comune al dissesto proprio nel bilancio.
E’ infatti ridicolo che il Dott. Renzo Barbazza, che la scorsa estate ha minacciato una crisi di Giunta per l’operato del collega (non propriamente compagno) assessore alle Attività Produttive che proprio dalla precedente amministrazione proviene, avendo lì svolto l’incarico di delegato al bilancio, e conosce quindi molto bene la materia sapendo come venivano utilizzati i rivoli ove confluiva il bilancio della Farmacia Comunale, venga a disquisire sulla dispersione del bilancio della Farmacia Comunale attribuendo la responsabilità ad altri.
Stendiamo poi un velo pietoso sul fatto che il Dott. Carlo Tarantino venga a darci lezioni sul perché siamo dovuti intervenire sul tema Farmacia ed annesse problematiche, tra l’altro più volte da noi rappresentate e trattate anche nelle competenti sedi istituzionali, atteso che egli come delegato del sindaco da ben due anni orsono, a mala pena in farmacia si è visto si e no una sola volta.
Dicano invece i Dottori Barbazza e Tarantino cosa hanno materialmente fatto per arrivare ad avere una Farmacia Comunale con una sola unica Farmacista e ad un tale livello di scadente operatività.
Pertanto, invitiamo i cari Dottori, in qualità di professionisti del settore e politici navigati che ‘dovrebbero’ conoscere le esigenze dei cittadini ed il valore sociale di una Farmacia qualificata come comunale, ad assumere le proprie responsabilità in quanto amministratori piuttosto che dire chiacchiere e menzogne a mezzo stampa, essendo i cittadini di Santa Marinella stufi di sentire parole e di vedere un patrimonio comunale morire o lasciato morire. Non abbiamo ancora evidenza del ‘noi lo sappiamo fare’ tanto strombazzato da questa amministrazione, visto che i fatti concreti dimostrano altro e, a distanza di due anni, le cose non sono affatto migliorate anzi peggiorate e questo non è un vaneggiamento dell’opposizione ma è sotto gli occhi di tutti.
La presenza di un solo farmacista ed il calo dell’attivo della farmacia da quando essi sono al governo della città sono una prova”.

Francesco Settanni e Francesco Fiorucci – Consiglieri comunali Santa Marinella