S. Marinella per il Bene Comune: “L’arroganza del Sindaco fa il giro d’Europa”

SANTA MARINELLA – Dal Comitato dei cittadini per i referendum “Santa Marinella per il Bene Comune” riceviamo e pubblichiamo:

“L’irresponsabilità dell’amministrazione di Santa Marinella sta facendo il giro d’Europa! Le clamorose dichiarazioni che i Decreti emanati dal Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) non costituiscano atti concreti sul quale poter considerare un livello di emergenza superiore alla normalità, hanno attirato l’attenzione di tutti coloro che si battono da tempo per i beni comuni e per consentire il regolare svolgimento della democrazia.
Così Marco Cappato. Storico attivista di tantissime battaglie per promuovere i diritti civili, si è interessato personalmente alla vicenda di Santa Marinella, riportando sulla sua pagina ufficiale di FB la lettera aperta che il Comitato dei cittadini per i referendum “Santa Marinella per il Bene Comune” ha inviato al Prefetto di Roma, al Ministro dell’interno e della Salute, al Presidente della Regione ealla Sindaca dell’Area Metropolitana. Lo stesso Cappato ha commentato la vicenda nel seguente modo: “C’è un Sindaco che approfitta della pandemia per sabotare un’iniziativa comunale referendaria. E’ il Sindaco PD di Santa Marinella Pietro Tidei, che ha risposto picche ai cittadini che chiedevano una sospensione dei termini per la raccolta firme in modo da poter rispettare l’emergenza covid-19. Il Governo risponderà? Come EUMANSdiamo il massimo sostegno al comitato referendum “Santa Marinella per il Bene Comune”
Martedì 26 gennaio p.v., infatti, i rappresentanti del Comitato interverranno nell’assemblea internazionale dell’associazione EUMANS, associazione che agisce a livello paneuropeo, coinvolgendo i cittadini in iniziative democratiche per i diritti umani, sociali e civili. Citiamo dalla lettera di invito: “la vostra iniziativa a Santa Marinella costituisce un vero esempio di lotta per i diritti politici contro gli ostacoli ingiustificati che purtroppo ancora oggi continuano a esserci. Ci sembra doveroso impegnarci al vostro fianco su questa battaglia, utilizzando il vostro esempio anche per incardinare iniziative simili in Italia e in Europa”.
Intanto anche dalla Prefettura di Roma fanno sapere di aver iniziato ad attenzionare le vicende di Santa Marinella, visto che, l’irresponsabilità con la quale l’amministrazione sta affrontando la situazione, crea più di qualche preoccupazione.
Nonostante le tumultuose notizie che si susseguono, i volontari del Comitato riprenderanno già da questo giovedì la raccolta firme. Si invitano tutti i cittadini che non l’abbiano ancora fatto a firmare i moduli. Sarà possibile farlo presso il mercato di via Giulio Cesare”.

Il Comitato dei cittadini per i referendum “Santa Marinella per il Bene Comune”