S. Marinella. La Lega: “Dalla riqualificazione del campo sportivo nessun beneficio per l’atletica”

SANTA MARINELLA – Dalla Lega Santa Marinella – Santa Severa riceviamo e pubblichiamo:

“Dieci giorni fa vi è stata la cerimonia d’inaugurazione per l’apertura del cantiere al campo sportivo dopo sei anni di inagibilità.
A detta dell’amministrazione “una giornata storica per tutte le associazioni sportive della Perla “.
Non è proprio cosi, non me ne vogliano le associazioni sportive locali, ma dal capitolato dei lavori sembra che ad essere gli unici beneficiari siano il calcio ed il rugby (a quest’ultima associazione rivolgo i miei migliori auguri in quanto società nuova del territorio ma che ho avuto il piacere di conoscere gli anni passati a Civitavecchia). Tuttavia, oltre le già citate attività, sul nostro territorio c’è un intero movimento di sportivi fatto da atleti professionisti, società di triathlon, amatori di tutte le età e studenti appassionati, che da questa novità pagheranno solo lo scotto, poiché non ci sarà per l’ennesima volta la possibilità di accedere all’impianto, peraltro già inagibile, e con le attività di cantiere (passaggi di camion, mezzi pesanti, polveri ecc) che renderanno impossibile allenarsi.
La nostra non vuole essere una critica vana e non costruttiva, ma ciò che contestiamo sono le modalità di intervento. Siamo contenti che dopo anni ripartano i lavori per dar vita ad un impianto chiuso da anni (come peraltro molte delle strutture adibite ad attività sportiva del nostro comune come la piscina comunale, la pista di pattinaggio..) ma avremmo preferito che, invece di intervenire in maniera incompleta su due mezzi campi (il principale e quello lato superiore), si fosse proceduto a sistemare in modo lineare il campo da calcio e la pista di atletica annessa, poiché sono un tutt’uno. Una volta terminati i lavori invece ci ritroveremo un campo sintetico, sì nuovo, ma con una tribuna rattoppata, la pista di atletica semidistrutta, con una parte del campo ora adibita ai lanci che non ci sarà più. Ed il risultato di un campo da calcio perfetto con la sua pista fatiscente non sarà certo un bel colpo d’occhio.
A tutela dei tanti sportivi, delle associazioni, dei cittadini che ci hanno contattato stiamo valutando la possibilità di avviare una raccolta firme. Crediamo che quando le risorse della collettività sono impiegate per la realizzazione di un bene comune, si debba tener conto delle esigenze di tutti.
Siamo fiduciosi che in futuro si possa porre rimedio a questa questione e ci auguriamo che a doverlo fare non sia più questa amministrazione.
L’atletica non è e non sarà mai uno sport di secondo piano. Per gli sportivi di ieri, di oggi e soprattutto quelli di domani”.

Luca Tassarotti – Lega Santa Marinella Santa Severa