S. Marinella. Il Consiglio comunale approva il project financing sul Cimitero con l’aiuto di Marongiu

27

SANTA MARINELLA – Approvata a maggioranza la delibera del progetto definitivo per la realizzazione in project financing dell’ampliamento del cimitero comunale di Santa Marinella. La seduta di Consiglio comunale di sabato scorso non ha mancato, come prevedibile, di generare tensione e polemiche, soprattutto per il voto contrario della consigliera di maggioranza Claudia Canistri subito compensato però dal voto favorevole del Presidente del Consiglio comunale Roberto Marongiu, ex assessore della Giunta di centrodestra Bacheca corso in soccorso dell’Amministrazione Tidei. Fatto che, tuttavia, non ha per nulla turbato lo stesso Pietro Tidei.

“Sono molto soddisfatto poiché con questo voto in aula saremo in grado di andare a risolvere una situazione come più volte detto indecorosa – commenta il Primo cittadino – Vorrei anche ringraziare il presidente Marongiu che pur appartenendo a una lista non di maggioranza ha recepito la validità del progetto supportando le scelte di quest’amministrazione. Ci ritroviamo costretti per l’ennesima volta a ripetere come non si sia al cospetto di una privatizzazione di un bene comune poiché, il ricorso alla procedura del project financing, utilizzata ormai in tutto il mondo per realizzare opere pubbliche, scuole e caserme, permette ad un comune, che nel caso specifico di Santa Marinella è ancora in dissesto e non può accendere mutui di andare a sanare una vera emergenza, direi quasi una vergogna, realizzando, a costo zero l’ampliamento del cimitero che era e resterà comunale ma sarà solo gestito dal privato che avrà operato l’investimento iniziale. Vorrei ricordare che, alla data del giugno 2018 quando ci siamo insediati il Comune di Santa Marinella, non aveva alcun loculo disponibile per far fronte alla domanda di tumulazione e circa 150 salme “appoggiate” in fornetti requisiti ai legittimi proprietari causando una dolorosa attesa e uno straziante trasloco di salme che riaprono ferite e ravvivano il lutto ogni volta che ciò accade. La situazione è peggiorata al punto che oggi tutti i loculi assegnati sono stati requisiti ed è sempre più difficile far fonte alle sepolture. Si è avviato nel mese di marzo 2019 un Programma di Emergenza Loculi, abbandonando un progetto irrealizzabile a breve tempo ed optando per nuovi loculi comunali provvisori ed a rotazione, realizzati in struttura prefabbricata”.

“Nel 2020 – aggiunge Tidei – si è concluso tale programma emergenziale con ulteriori 20 loculi di prossima istallazione a gennaio 2021. Sempre nell’anno in corso con il dilagare del periodo pandemico si sono realizzati ulteriori 32 loculi sempre prefabbricati, costruiti a tempo di record in circa 20 giorni, i quali oggi consentono di dar risposta ad una crescente e costante domanda. Nel 2019, attraverso avviso pubblico, si è dato corso al programma dell’ampliamento del Cimitero comunale, tendente a realizzare circa 2500 sepolture nel prossimo ventennio. A questo programma in sede di dialogo con il soggetto promotore, abbiamo chiesto di un intervento stralcio per ulteriori 430 loculi da realizzarsi in sopraelevazione dei padiglioni esistenti nella parte già costruita ed accessibile. Ora sarà bandita la gara europea che sicuramente potrà portare anche ad altre proposte migliorative alle quali se vorrà il promotore del progetto, potrà aderire e di seguito avviare le opere, di costruzione. inizialmente dei primi 400 loculi nell’ala preesistente del cimitero. Abbiamo fatto una scelta che era prevista nel nostro programma elettorale che è quella di creare una nuova struttura cimiteriale, moderna e realizzata nel rispetto del culto dei morti andando a risolvere una situazione di emergenza che perdura da troppi anni. Ed è per questi motivi che non è possibile accogliere le richieste di parte delle opposizioni che chiedono di bloccare l’iter procedurale in atto”.